Bello, Giovanni (2015) DIMENSIONE ECOLOGICA Una ricerca sui nuovi materiali del progetto urbano. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Bello_Giovanni.pdf

Download (949kB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: DIMENSIONE ECOLOGICA Una ricerca sui nuovi materiali del progetto urbano
Creators:
CreatorsEmail
Bello, Giovannigiovanni.bello@effepiu.com
Date: 30 March 2015
Number of Pages: 92
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Architettura
Scuola di dottorato: Architettura
Dottorato: Urbanistica e pianificazione territoriale
Ciclo di dottorato: 24
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Miano, PasqualeUNSPECIFIED
Tutor:
nomeemail
Gasparrini, CarloUNSPECIFIED
Date: 30 March 2015
Number of Pages: 92
Uncontrolled Keywords: Landscape urbanism, Ecological Urbanism, Green Infrastructure, Progetto urbano
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/21 - Urbanistica
Aree tematiche (7° programma Quadro): AMBIENTE (INCLUSO CAMBIAMENTO CLIMATICO) > Cambiamenti climatici
AMBIENTE (INCLUSO CAMBIAMENTO CLIMATICO) > Migliorare l'efficienza delle risorse
Date Deposited: 13 Apr 2015 07:34
Last Modified: 25 Sep 2015 09:38
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/10301
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/10301

Abstract

Il lavoro di ricerca si struttura in tre parti. Nella prima si darà una definizione dei termini che danno il titolo alla ricerca, e di tutti i concetti, strumenti di lavoro, teorie in essa utilizzati. Si definirà quindi la "dimensione ecologica", descrivendone etimologia, contenuti e declinazioni che ad essa si possono attribuire. Nella seconda parte verranno descritti i luoghi, i materiali, gli strumenti della dimensione ecologica: gli spazi pubblici, il concetto di resilienza, le infrastrutture verdi, blu e rosse che ne determinano il disegno. La terza parte è dedicata all'analisi di un caso studio come esempio progettuale rappresentativo del concetto di "dimensione ecologica". Negli ultimi anni si è assistito ad un progressivo interesse per le discipline che operano a cavallo tra la città e il paesaggio. Nazioni europee come Francia, Germania, Olanda hanno attivato, da una decina di anni, politiche urbane volte alla progettazione dei propri territori e delle aree urbane in chiave ambientale. Questo cambiamento delle "attenzioni" non è frutto di un approccio puramente "ambientalista" o "ecologista"10 nato negli ultimi anni, un po' per moda un po' per una reale presa di coscienza sulle tematiche ambientali, ma è dettato da una questione probabilmente basilare: i modi di vivere nelle grandi città stanno cambiando ed evolvendo più velocemente rispetto al passato. Stanno cambiando i luoghi da progettare e le esigenze delle popolazioni, la globalizzazione ha portato la città ad essere un vertice di una rete di città. Tutto ciò determina la convergenza di molteplici discipline. Oltre l'ecologia, in questo gioco di sovrapposizione e scomposizione di "layer", intervengono la progettazione ambientale, quella delle infrastrutture e dei trasporti, la progettazione delle reti energetiche. Questa ricerca indaga su quali sono o potranno essere gli approcci da portare avanti per modificare il territorio. Quali discipline hanno interagito con l'urbanistica e perché. Ciò partendo da due argomenti: lo sviluppo urbano in chiave ecologica e la progettazione urbana come strumento per una sua (reale) attuazione. È fondamentale sottolineare un aspetto chiave di questa ricerca. L'indagine, per avere dei risultati concreti, si è basata sulla ricerca di diversi casi studio, sulla loro analisi e su un loro riesame critico. La maggior parte di questi saranno soltanto citati, si approfondirà solo un caso in particolare: Rotterdam. Perché Rotterdam? Perché qui si sono avviate delle politiche urbane volte alla riduzione di emissioni, alla salvaguardia ambientale, alla valorizzazione delle connessioni ecologiche puntando sulla riprogettazione degli spazi pubblici come elemento fondamentale, come nodi ecologici di una rete di relazioni fitta e vasta. Perché la progettazione urbana olandese è da sempre, a causa della posizione geografica e della morfologia del territorio, legata al paesaggio e al suo "progetto". E' per questo, e per altri motivi che saranno indagati successivamente, che i progetti che si stanno portando avanti a Rotterdam sono tra i più significativi per la nostra ricerca.

Actions (login required)

View Item View Item