Internullo, Dario Un unicum per la storia della cultura. Su un papiro latinoarabo della British Library (P.Lond. inv. 3124). [Pubblicazione in rivista scientifica]

[img]
Preview
Text
mefrm-3233-128-2-Internullo-2.pdf
DOI: 10.4000/mefrm.3233

Download (491kB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Pubblicazione in rivista scientifica
Lingua: Italiano
Title: Un unicum per la storia della cultura. Su un papiro latinoarabo della British Library (P.Lond. inv. 3124)
Creators:
CreatorsEmail
Internullo, Dariodario.internullo@unina.it
Autore/i: Internullo Dario
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Dipartimento di Studi Umanistici
Official URL: http://mefrm.revues.org/3233
Journal or Publication Title: Mélanges de l’École française de Rome - Moyen Âge
Publisher: École française de Rome
ISSN: 1724-2150
Number: 128-2
Uncontrolled Keywords: Cultura latina, cultura araba, alto medioevo, papiro
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/05 - Papirologia
Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-FIL-LET/04 - Lingua e letteratura latina
Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-OR/12 - Lingua e letteratura araba
Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-STO/01 - Storia medievale
Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-STO/09 - Paleografia
Access rights: Open access
Date Deposited: 07 Jun 2017 18:15
Last Modified: 07 Jun 2017 18:17
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/11177
DOI: 10.4000/mefrm.3233

Abstract

L’articolo offre una illustrazione delle circostanze della scoperta, nonché la prima presentazione, di un foglio papiraceo conservato presso la British Library di Londra, rimasto finora inedito. Esso reca un testo epistolare di natura privata, redatto in una scrittura latina riconducibile al periodo del cosiddetto « particolarismo grafico », verosimilmente al secolo VIII. Se la scrittura è una, le lingue utilizzate sono due, il latino e l’arabo : è quest’ultimo il motivo per il quale tale manoscritto costituisce una testimonianza assai preziosa e unica nel suo genere sull’interazione tra la cultura latina e quella araba nel Mediterraneo altomedievale.

Actions (login required)

View Item View Item