Angelino, Antonio (2017) Dinamiche politiche ed istituzionali sul ruolo delle Regioni in Europa. "Il caso della Regione Campania". [Tesi di dottorato]

[img]
Anteprima
Testo
File completo tesi dottorato FILE FINALE-1.pdf

Download (1MB) | Anteprima
[error in script] [error in script]
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Dinamiche politiche ed istituzionali sul ruolo delle Regioni in Europa. "Il caso della Regione Campania"
Autori:
AutoreEmail
Angelino, Antonioangelino.toto@gmail.com
Data: 10 Aprile 2017
Numero di pagine: 179
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Scienze Politiche
Dottorato: Scienza politica e istituzioni in Europa
Ciclo di dottorato: 28
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Musella, Marcomarmusel@unina.it
Tutor:
nomeemail
La Foresta, Daniela[non definito]
Data: 10 Aprile 2017
Numero di pagine: 179
Parole chiave: Unione Europea, Regione Campania, Comitato delle Regioni, Integrazione europea,
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche
Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/04 - Scienza politica
Informazioni aggiuntive: Mobile +39 3932089699
Depositato il: 24 Apr 2017 11:06
Ultima modifica: 14 Mar 2018 13:36
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/11836
DOI: 10.6093/UNINA/FEDOA/11836

Abstract

Il progetto di ricerca parte dal riconoscimento dall’affermazione del “fait regional”, ossia la messa in atto di quelle riforme istituzionali che cambiano gli assetti degli Stati centralizzati, rafforzando il ruolo degli enti intermedi, cioè quelli che si pongono tra Stati e Comuni. Tra le componenti fondamentali che hanno permesso l’affermazione e il riconoscimento del fait regional sono state analizzate le riforme Istituzionali poste in essere dai governi degli Stati centrali; l’impulso avuto dall’accresciuto grado di integrazione Europea, che rappresenta un nuovo orizzonte di lavoro sempre più stimolante per le Regioni, considerate a tutti gli effetti nuovi attori della comunità Europea. Infine, la dimensione culturale, ossia la riscoperta o l’affermazione di identità regionali, che ne hanno sollecitato le riflessioni politiche di molti sistemi europei, anche grazie alla spinta determinante di movimenti regionalisti. Il processo di regionalizzazione va dunque sempre più ricollegato a quello di “integrazione europea”, mirando ad una maggiore autonomia degli enti intermedi, che di conseguenza contrastano con il ruolo decisivo e decisionale degli Stati, soprattutto nelle relazioni internazionali e nell’Europa comunitaria.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento