Brozzetti, Filiberto (2020) (Contro-)Narrazioni della trasparenza. Fra illusioni ed opacità relativa. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
TESI_BROZZETTI.pdf

Download (1MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Resource language: Italiano
Title: (Contro-)Narrazioni della trasparenza. Fra illusioni ed opacità relativa
Creators:
CreatorsEmail
Brozzetti, Filibertofbrozzetti@luiss.it
Date: 6 June 2020
Number of Pages: 168
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Giurisprudenza
Dottorato: Diritti umani. Teoria, storia e prassi
Ciclo di dottorato: 32
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Cascione, Cosimocosimo.cascione@unina.it
Tutor:
nomeemail
Riccobono, FrancescoUNSPECIFIED
Date: 6 June 2020
Number of Pages: 168
Keywords: Trasparenza - sfera pubblica - privacy - etica pubblica - casa di vetro.
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 12 - Scienze giuridiche > IUS/20 - Filosofia del diritto
Date Deposited: 12 Jun 2020 10:31
Last Modified: 28 Oct 2021 12:23
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/13255

Collection description

La tesi affronta una critica al principio di trasparenza dal punto di vista antropologico, sociologico e filosofico-giuridico. Si è cercato d’indagare quale sia quel segno, quel limite invalicabile – e se ve ne sia uno – che esclude la vita privata di un uomo pubblico dal giudizio dei cittadini o se invece si possa pretendere una totale esposizione di chi si accolla responsabilità politiche. Lo spazio della politica è limitato all’azione nella pubblica piazza o può/deve, attraverso la specola della trasparenza, ricomprendere anche gli appartamenti privati e le parole, le relazioni, le attività, le epifanie che ad essi pertengono? Eppure inconsciamente percepiamo, nei tanti paradossi caratterizzanti la rilevanza pubblica di dettagli privati e privatissimi della vita dei governanti, una demarcazione trasversale che divide sfera pubblica e sfera privata. Qual è? Bisognerebbe infine chiedersi se tale partizione ammetta e giustifichi anche la scissione fra un’etica pubblica ed un’etica privata, che un singolo uomo potrebbe ritenere legittimamente di performare, mentre un’idea assoluta di trasparenza nega recisamente. Ci si domanda, infine, se la trasparenza, come inquadrata dal legislatore contemporaneo, costituisca un valore – ben lontano e distinto dalla virtù cui tenderebbe quale fine ultimo – o sia invece guidata dalla coscienza infelice della contemporaneità, che presto degenera in passione triste. Così, uscito dall’alveare fisiocratico di Mandeville, il sovrano è ribaltato nel suo doppio foucaultiano: il delinquente alla gogna – alla quale è dedicato il famoso inno di Defoe.

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item