Molecular mechanism regulating post-translational control of PED/PEA-15 expression

Perfetti, Anna (2006) Molecular mechanism regulating post-translational control of PED/PEA-15 expression. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]PDF - Solo per gli Amministratori dell'archivio - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
2801Kb

Abstract

PED/PEA-15 (Phosphoprotein Enriched in Diabetes/Phosphoprotein Enriched in Astrocytes-15) è una proteina di 15 kDa sovraespressa in pazienti con diabete mellito di tipo 2. La sovraespessione di PED/PEA-15 in cellule in coltura e in topi transgenici altera l’azione dell’insulina. Inoltre, i topi transgenici sovraesprimenti PED/PEA-15 mostrano una maggiore suscettibilità alla formazione di tumori della pelle indotti chimicamente. Numerose evidenze indicano che l’espressione della proteina PED/PEA-15 è finemente regolata dal suo stato di fosforilazione, in particolare, la proteina PED/PEA-15 è fosforilata sulla serina 116 da CaMKII e da Akt/PKB e tale fosforilazione regola la sua emivita. In questo lavoro ho studiato la capacità della proteina chinasi C (PKC) di regolare i livelli di espressione della proteina PED/PEA-15. In cellule 293, sovraesprimenti stabilmente PED/PEA-15, la stimolazione con TPA, un potente attivatore di PKC, induce un significativo aumento dei livelli di espressione di PED/PEA-15. Il medesimo effetto del TPA è stato osservato anche in cellule HeLa e in cheratinociti che esprimono livelli endogeni di PED/PEA-15. In seguito ho usato oligonucleotidi antisenso fosforotioati per inibire le singole isoforme di PKC. Il trattamento di cellule 293PED con l’antisenso di PKCζ ha ridotto l’espressione di PED/PEA-15 suggerendo che PKCζ endogeno selettivamente regola i livelli di PED/PEA-15. Inoltre, l’inibizione di PKCζ previene l’aumento dell’espressione di PED/PEA-15 indotto dal TPA. Indi ho studiato la regolazione dell’espressione di PED/PEA-15 da parte del TPA in cellule 293 stabilmente trasfettate con PEDwt e con i mutanti PEDS104G o PEDS116G. La stimolazione con TPA ha incrementato di 4 volte i livelli di PEDwt e PEDS104G ma non è stata in grado di indurre un aumento dei livelli di PEDS116G. Anche la sovraespressione del cDNA di PKCζ in cellule 293 esprimenti PEDwt o PEDS104G ha indotto un incremento significativo dell’espressione di PED/PEA-15 mentre non ha avuto alcuno effetto sull’espressione di PEDS116G. Inoltre ho anche dimostrato che PED/PEA-15 è ubiquitinata e che tale ubiquitinazione è regolata dal TPA. Infine, la lactacistina, un inibitore del proteosoma, ha revertito l’effetto del blocco dell’antisenso di PKCζ sull’espressione di PED/PEA-15. Quindi in questo lavoro di tesi ho mostrato che PKCζ regola l’espressione di PED/PEA-15 inibendo la sua degradazione nel compartimento proteosomale. Ciò potrebbe essere parte di un meccanismo attraverso il quale l’iperattivazione di PKC altera l’azione dell’insulina negli stati di insulino-resistenza e/o promuove la formazione di tumori.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:PED/PEA-15; PKCζ; Ubiquitin
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 06 Scienze mediche > MED/04 PATOLOGIA GENERALE
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Vecchio, Giancarlo
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Beguinot, Francesco
Stato del full text:Inedito
Data:2006
Numero di pagine:41
Istituzione:Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Biologia e Patologia Cellulare e Molecolare
Tipo di tesi:Dottorato
Stato dell'Eprint:Inedito
Denominazione del dottorato:Oncologia ed Endocrinologia Molecolare
Ciclo di dottorato:XVII
Numero di sistema:2893
Depositato il:02 Settembre 2008
Ultima modifica:04 Febbraio 2009 09:56

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record