Pirone, Francesco (2006) La transizione dal lavoro alla pensione: meccanismi istituzionali di regolazione e strategie d’azione individuali in due siti industriali Alfa Romeo. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
Pirone.pdf

Download (1MB) | Preview
Item Type: Tesi di dottorato
Uncontrolled Keywords: Lavoratori anziani, Welfare, Mercato del lavoro
Date Deposited: 31 Jul 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:23
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/648

Abstract

La ricerca si focalizza sui meccanismi di regolazione della transizione dal lavoro alla pensione. Lo studio analizza i meccanismi di mercato, istituzionali e culturali che producono l’uscita precoce dei lavoratori anziani dal mercato del lavoro, in considerazione della tendenza demografica all’invecchiamento sociale e delle trasformazioni strutturali del mercato del lavoro nel senso di una sempre maggiore flessibilizzazione e individualizzazione dei rapporti di lavoro. Vengono poi analizzati i principali mutamenti nei sistemi previdenziali e i meccanismi che nelle fasi di crescita economica hanno contribuito all’uscita precoce dal mercato del lavoro verso il pensionamento dei lavoratori anziani e che poi, negli anni Novanta, a seguito della crisi finanziaria del welfare, hanno portato all’irrigidimento dei meccanismi di accesso alla pensione e alla riduzione drastica dei percorsi istituzionali di uscita dal mercato del lavoro. La ricerca è stata ulteriormente sviluppata attraverso uno studio di caso focalizzato sulle strategie individuali di transizione dal lavoro alla pensione dei lavoratori con più di 50 anni, provenienti da due siti industriali Alfa Romeo (Gruppo Fiat): quello di Arese in provincia di Milano e quello di Pomigliano d’Arco in provincia di Napoli. L’indagine di campo è stata basata su interviste qualitative a lavoratori anziani con le quali sono state raccolte biografie lavorative ed è stata approfondita la dimensione soggettiva del passaggio dal lavoro alla pensione. Dall’indagine emerge, da una parte, un quadro articolato dei meccanismi di spinta e di attrazione che condizionano le scelte individuali tra lavoro e non-lavoro nella parte conclusiva del ciclo lavorativo, dall’altra, un’analisi dei mutamenti degli equilibri esistenziali – lavorativi, familiari e nelle relazioni sociali – che si registrano dopo l’uscita dalla fabbrica.

Actions (login required)

View Item View Item