D'Auria, Virginia (2006) Dynamics and Behaviour of Triply Resonant OPOs below the threshold. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img]
Anteprima
PDF
D'Auria.pdf

Download (1MB) | Anteprima
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: English
Titolo: Dynamics and Behaviour of Triply Resonant OPOs below the threshold
Autori:
AutoreEmail
D'Auria, Virginia[non definito]
Data: 2006
Tipo di data: Pubblicazione
Numero di pagine: 134
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Scienze fisiche
Dottorato: Fisica fondamentale ed applicata
Ciclo di dottorato: 18
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Tagliacozzo, Arturo[non definito]
Tutor:
nomeemail
Solimeno, Salvatore[non definito]
Data: 2006
Numero di pagine: 134
Parole chiave: Ottica quantistica, Oscillatori ottici parametrici, Radiazione non classica
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 02 - Scienze fisiche > FIS/03 - Fisica della materia
Depositato il: 30 Lug 2008
Ultima modifica: 30 Apr 2014 19:23
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/754
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/754

Abstract

Nella tesi è discusso il comportamento degli oscillatori ottici parametrici (OPO) come sorgenti di luce non classica. La prima parte è dedicata allo studio e alla realizzazione di un “OPO degenere” in grado di emettere radiazione con fluttuazioni sulla fase del campo elettrico al di sotto del limite classico (vuoto squeezed). L’uscita dell’OPO è analizzata in funzione di diversi parametri (ampiezza del fascio di pompa, perdita extra e detuning della cavità). Sono riportati i risultati sperimentali relativi alla rivelazione ed un modello teorico in grado di spiegarne l’andamento. E’ proposto e testato sperimentalmente uno schema sull’ uso di vuoto squeezed in misure di assorbimento a basso numero di fotoni. La seconda parte della tesi è dedicata allo studio ed alla realizzazione di un “OPO non degenere” (NOPO) per la generazione di fasci correlati quantisticamente. E’ proposto uno schema teorico in grado di fornire una caratterizzazione completa della correlazione tra i fasci tramite la matrice di covarianza. Nell’ultima parte della tesi è discussa la realizzazione sperimentale di un NOPO basato su un cristallo non lineare di tipo poled.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento