Bruno, Ferdinando (2006) Crisi di impresa e responsabilità da fatto illecito delle società alla luce dell’esperienza dei sistemi di Common Law. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
Bruno.pdf

Download (669kB) | Preview
Item Type: Tesi di dottorato
Language: Italiano
Title: Crisi di impresa e responsabilità da fatto illecito delle società alla luce dell’esperienza dei sistemi di Common Law
Creators:
CreatorsEmail
Bruno, FerdinandoUNSPECIFIED
Date: 2006
Date Type: Publication
Number of Pages: 171
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Diritto dell'economia
PHD name: Diritto dell'economia
PHD cycle: 17
PHD Coordinator:
nameemail
Lucarelli, FrancescoUNSPECIFIED
Tutor:
nameemail
Bassi, AmedeoUNSPECIFIED
Date: 2006
Number of Pages: 171
Uncontrolled Keywords: Patrimonio, Responsabilità, Personalità
MIUR S.S.D.: Area 12 - Scienze giuridiche > IUS/05 - Diritto dell'economia
Date Deposited: 30 Jul 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:24
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/774

Abstract

Nel primo capitolo, intitolato Piercing the Corporate Veil negli ordinamenti di Common Law è stato esaminato il principio del piercing the corporate veil in Inghilterra. L'esame inizia con una ricognizione dei modelli societari utilizzati in tale paese, dei principi giuridici rilevanti in tema di società. Sono state poi esaminate le ipotesi di piercing the corporate veil e le posizioni della dottrina e della giurisprudenza, concludendo, poi, con un breve esame dell'esperienza americana. Nel secondo capitolo, intitolato Il problema del superamento della personalità giuridica in Italia, è stata trattata la problematica rispetto all'ordinamento italiano, iniziando con un breve esame della responsabilità patrimoniale prevista dall'art. 2740 c.c.. Sono state poi esaminate alcune di quelle che potrebbero essere ipotesi legislative di superamento della personalità giuridica, le ipotesi di repressione di abuso della personalità giuridica ed, infine, l'istituto dei patrimoni separati in relazione alla problematica de quo. L’analisi effettuata nella tesi sembrerebbe consentire di affermare che anche l’ordinamento italiano conosce ed applica il piercing the corporate veil, nel senso inteso nei paesi anglosassoni. Tale concetto, come emerso nel corso della ricerca, indica una moltitudine di casi in cui un soggetto che non ha speso in alcun modo il proprio nome con i terzi, si ritrova responsabile per obbligazioni, offrendo così un ulteriore patrimonio da aggredire ai creditori. Tale estensione la si rinviene, per le obbligazioni da atti leciti, nelle figure dell’amministratore di fatto (corrispondente allo shadow director anglosassone), la si ritrovava nell'ipotesi disciplinata dall'art. 2362 c.c., precedentemente alla riforma, e nelle ipotesi di abuso della personalità giuridica, in cui, come visto, la sanzione sarebbe quella di privare i soci tiranni del beneficio della responsabilità limitata. Infine, con la disciplina dei patrimoni separati, il Legislatore della recente riforma del diritto societario sembrerebbe avere aperto alla possibilità del superamento della personalità giuridica nei casi di illecito extracontrattuale imputabili ad una società di capitali.

Actions (login required)

View Item View Item