LA RIABILITAZIONE IMPLANTOPROTESICA DEI PAZIENTI SOTTOPOSTI A RESEZIONE ONCOLOGICA DEI MASCELLARI: NOSTRO PROTOCOLLO DI TRATTAMENTO.

BUCCI, TOMMASO (2010) LA RIABILITAZIONE IMPLANTOPROTESICA DEI PAZIENTI SOTTOPOSTI A RESEZIONE ONCOLOGICA DEI MASCELLARI: NOSTRO PROTOCOLLO DI TRATTAMENTO. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
738Kb

Abstract

I pazienti sottoposti a resezione oncologica per patologia neoplastica del cavo orale, subiscono interventi chirurgici molto spesso mutilanti che, nonostante la ricostruzione del difetto osseo e dei tessuti molli, determinano una alterazione della normale anatomia della cavitá orale, una alterazione dei normali movimenti della lingua e della mandibola, un deficit della sensibilitá propriocettiva della mucosa orale. Tutte queste variabili determinano una impossibilitá da parte del paziente di poter tollerare una protesi convenzionale mucosupportata. Fattore secondario, ma non meno importante, che puó rendere ancora meno tollerata questo tipo di protesi é sicuramente la radioterapia in quanto questo tipo di trattamento sia inteso come terapia adiuvante sia come inteso come terapia neoadiuvante, determina iposcialia associata a vari gradi di mucosite orale. Alla luce di quanto fin qui esposto, due significative innovazioni chirurgiche e tecnologiche hanno rivoluzionato la ricostruzione funzionale dei pazienti sottoposti a resezione oncologica dei mascellari: i lembi liberi rivascolarizzati e gli impianti osteointegrati. I lembi liberi rivascolarizzati consentono un´affidabile riparazione di complessi ed estesi difetti dei tessuti post-resezione oncologica; gli impianti osteointegrati forniscono un efficace ed affidabile mezzo di ritenzione, stabilizzazione e supporto dell`apparato masticatorio ricostruito. L´utilizzo di impianti osteointegrati in pazienti con difetti maxillo-mandibilari é un tipo di trattamento ormai comune ed affidabile e che ha trovato consenso negli ultimi 15 anni. Da allora, le esperienze in merito si sono succedute numerose e l’inserimento di impianti endossei costituisce ormai il naturale completamento della ricostruzione funzionale maxillo-mandibolare. La standardizzazione di tale protocollo é giustificato dall’alta percentuale di successo di questa metodica e dalla sua riproducibilitá. Nondimeno, l’accurata programmazione del trattamento riabilitativo rimane uno dei cardini della riuscita, soprattutto a lungo termine. Lo scopo di questa tesi é presentare una ampia casistica di pazienti oncologici (111) sottoposti a riabilitazione protesica implantosupportata e valutare, attraverso uno studio retrospettivo, il comportamento degli impianti (706) in relazione ad una serie di variabili.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:IMPIANTI OSTEOINTEGRATI, CANCRO DEL CAVO ORALE, RADIOTERAPIA, LEMBI LIBERI RIVASCOLARIZZATI
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 06 Scienze mediche > MED/28 MALATTIE ODONTOSTOMATOLOGICHE
Area 06 Scienze mediche > MED/29 CHIRURGIA MAXILLOFACCIALE
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
RENGO, SANDRO
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
SAMMARTINO, GILBERTO
Stato del full text:Accessibile
Data:17 Dicembre 2010
Numero di pagine:80
Istituzione:Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Scienze odontostomatologiche e maxillo-facciali
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:Medicina clinica e sperimentale
Denominazione del dottorato:Scienze odontostomatologiche
Ciclo di dottorato:23
Numero di sistema:7912
Depositato il:05 Dicembre 2010 11:34
Ultima modifica:29 Agosto 2012 12:07

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record