Italiane e immigrate: Sguardi incrociati in contesti condivisi

Tuccillo, Filomena (2010) Italiane e immigrate: Sguardi incrociati in contesti condivisi. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]PDF - Solo per gli Amministratori dell'archivio - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
2317Kb

Abstract

Gli spostamenti migratori, oggi, riguardano tutti gli scenari della vita quotidiana coinvolgendo dinamiche culturali, identitarie, politiche ed economiche tali da farne un eccellente oggetto di ricerca. L’importanza e il ruolo centrale di tale argomento non si limita, però, ad una semplice indagine svolta o ad un dato raggiunto ma è un’occasione che comporta anche una riflessione sulle problematiche concernenti il «rapporto con gli “altri”» (Mantovani, 2010). Nell’incontro tra culture diverse il concetto di identità personale e sociale si intreccia con gli studi sulle strategie d’acculturazione (Bornstein & Cote, 2007; Berry, 2007; Bourhis & Dayan, 2004; Capozza & Brown, 2000; Berry, Poortinga, Segall, Dasen, 1992). Per tale motivo, va tenuto presente che il luogo di lavoro rappresenta uno degli ambiti di integrazione e di socializzazione a nuovi contesti e nuovi valori (Manzo & Tuccillo, 2010). La ricerca che è stata svolta si propone di indagare la rappresentazione che le donne italiane e quelle immigrate hanno le une delle altre. Inoltre essa si propone di individuare se e in che misura la percezione che le donne immigrate hanno delle italiane (o l’eventuale relazione con loro) è un fattore che incide sui processi d’integrazione durante la permanenza in Italia o sulla decisione di restare o meno in Italia. Il contesto preso in esame, per la presente ricerca, riguarda la regione Campania. L’indagine è suddivisa in due studi. Inizialmente è stato effettuato uno studio con collaboratrici domestiche o badanti co-residenti e le proprie datrici di lavoro ; successivamente, nel secondo studio, l’indagine è stata estesa ad altre categorie di lavoratrici immigrate, impiegate in lavori collettivi, messe a confronto con le colleghe italiane che lavorano negli stessi ambienti. Per tale ricerca, come strumento di analisi, sono state costruite delle guide per l’intervista. Le registrazioni delle interviste sono state trascritte interamente ed il materiale testuale è stato esaminato con l’ausilio di due differenti software: T-Lab e ATLAS.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:badante, datrice di lavoro, colleganza, rappresentazioni sociali, benessere, sovraiuto
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 11 Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-PSI/05 PSICOLOGIA SOCIALE
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Nunziante Cesàro, Adele
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Arcidiacono, Caterina
Stato del full text:Inedito
Data:30 Novembre 2010
Numero di pagine:197
Istituzione:Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Scienze relazionali "Gustavo Iacono"
Tipo di tesi:Dottorato
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:Scienze psicologiche e pedagogiche
Denominazione del dottorato:Studi di genere
Ciclo di dottorato:23
Numero di sistema:8315
Depositato il:11 Dicembre 2010 01:48
Ultima modifica:01 Settembre 2011 10:15

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record