De Santis, Roberto Maria (2010) Mobilità, speciazione e fitodisponibilità di arsenico nel sistema suolo-acqua-pianta. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img]
Anteprima
PDF
De_Santis_Roberto_Maria_22.pdf.pdf

Download (4MB) | Anteprima
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Mobilità, speciazione e fitodisponibilità di arsenico nel sistema suolo-acqua-pianta
Autori:
AutoreEmail
De Santis, Roberto Mariarobertodesantis78@libero.it
Data: 30 Novembre 2010
Numero di pagine: 128
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Scienze del suolo, della pianta, dell'ambiente e delle produzioni animali
Scuola di dottorato: Scienze agrarie e agroalimentari
Dottorato: Agrobiologia e agrochimica
Ciclo di dottorato: 22
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Lorito, Matteolorito@unina.it
Tutor:
nomeemail
Violante, Antonioviolante@unina.it
Data: 30 Novembre 2010
Numero di pagine: 128
Parole chiave: Arsenico; Fitodisponibilità; Inquinamento; DGT; speciazione
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie > AGR/13 - Chimica agraria
Depositato il: 06 Dic 2010 13:47
Ultima modifica: 30 Apr 2014 19:46
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/8340
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/8340

Abstract

L’adsorbimento ed il desorbimento dell’arsenico su e da diversi componenti del suolo può avere un ruolo importante nel regolare la mobilità dell’elemento negli ambienti naturali (suoli, sedimenti, acque). Al fine di studiare i rischi legati all’assunzione dell’arsenico mediante ingestione di acque e/o alimenti contaminati, sono stati studiati i fattori che influenzano la mobilita e la potenziale tossicità dell’ arsenico nel sistema suolo- acqua - pianta. In particolare sono stato studiati, attraverso un approccio modellistico, i fattori che regolano l’adsorbimento di entrambe le forme inorganiche dell’arsenico (As III ed As V) su un ossido di ferro a scarso ordine cristallino (ferridrite Fe2O3 x n H2O) e su un ossido di alluminio amorfo in presenza di anioni inorganici (fosfato solfato, seleniato e selenito) e organici (malato, ossalato citrato e tartrato), presenti naturalmente in natura. Un altro aspetto del lavoro di tesi è stato quello di valutare l’assorbimento di arsenico da parte di piante di interesse alimentare (Cichorum endivia e Zea mays) coltivate su suoli naturalmente inquinati dal metalloide, campionati a Scarlino (Grosseto). Attraverso questa prova è stata testata la capacità della concimazione fosfatica e dei funghi micorrizici arbuscolari (FMA) nell’aumentare la tolleranza della pianta ospite alle condizioni di tossicità dovute dalla presenza del metalloide. Per quanto riguarda la prova sperimentale su Zea mays particolare cura è stata posta nella determinazione nei diversi strati della rizosfera delle varie specie dell’arsenico e della frazione biodisponibile del metalloide attraverso l’uso di campionatori passivi DGT ( Diffusive gradient in thin film) . Le piante sono state cresciute in particolari dispositivi (rhizobox), i quali consentono attraverso l’uso di apparecchiature idonee il campionamento meticoloso del suolo rizosferico.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento