Isterectomia Radicale Robotica versus Laparoscopica con Linfadenectomia in pazienti con Carcinoma Cervicale in fase iniziale: uno studio multicentrico.

Tinelli, Raffaele (2011) Isterectomia Radicale Robotica versus Laparoscopica con Linfadenectomia in pazienti con Carcinoma Cervicale in fase iniziale: uno studio multicentrico. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
1007Kb

Abstract

Abstract Scopo dello studio è stato quello di confrontare retrospettivamente in una serie di 99 donne la sicurezza, efficacia, morbidità ed il tasso di recidive dopo isterectomia radicale laparoscopica (TLRH) con linfadenectomia versus isterectomia radicale robotica con linfadenectomia (RRH) nel trattamento del carcinoma cervicale in fase iniziale. Sono state consecutivamente arruolate nel nostro studio 99 pazienti allo stadio FIGO Ia1 con invasione degli spazi linfovascolari (LVSI), Ia2, Ib1, Ib2 and IIa di carcinoma cervicale, 76 delle quali sono state sottoposte ad Isterectomia Radicale totalmente Laparoscopica con linfadenectomia e 23 ad Isterectomia Radicale Robotica con linfadenectomia. La linfadenectomia para-aortica fino all’arteria mesenterica inferiore è stata eseguita in tutti i casi con linfonodi pelvici positivi all’esame istologico estemporaneo. Le perdite ematiche sono state di 157 ml nel gruppo RRH (95% CI 50-400) e 95 ml nel gruppo TLRH (95% CI 30-500) (p>0.05). La durata media dell’ospedalizzazione è stata di 3 giorni nel gruppo RRH (95% CI 2-7) e 4 giorni nel gruppo TLRH (95% CI 3-7) (N.S.). La durata media dell’intervento è stata di 255±25 nel gruppo TLRH (182-415) e di 323±30 nel gruppo RRH (161-433) (p<0.01). Non è stata osservata nessuna differenza significativa tra i due gruppi nel tasso di recidive post-intervento. In conclusione, la nostra esperienza conferma che la chirurgia robotica fornisce una visione tridimensionale, notevole precisione chirurgica con riduzione del tremore, una notevole riduzione della fatica e maggiore libertà dei movimenti rispetto alla laparoscopia convenzionale che richiede un training più lungo con una più lunga curva di crescita. Nonostante i maggiori costi legati all’utilizzo della tecnologia robotica, l’isterectomia radicale robotica può essere considerata una sicura ed efficace opzione chirurgica nel trattamento del carcinoma cervicale in fase iniziale con una morbidità simile a quella riportata nell’approccio laparoscopico. Il tempo operatorio è risultato più lungo nel gruppo robotico, ma il tasso di recidive ed il tasso di complicanze intra e postoperatorie appaiono simili in entrambi i gruppi, sebbene trials clinici multicentrici randomizzati ed un più lungo follow-up saranno necessari per valutare i risultati a lungo termine di entrambe queste procedure.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:carcinoma cervicale; isterectomia radicale; laparoscopia; linfadenectomia;robotica.
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 06 Scienze mediche > MED/18 CHIRURGIA GENERALE
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Renda, Andrearenda@unina.it
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Renda, Andrearenda@unina.it
Stato del full text:Accessibile
Data:12 Novembre 2011
Numero di pagine:24
Istituzione:Università di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Scienze chirurgiche, anestesiologiche-rianimatorie e dell'emergenza
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:Scienze biomorfologiche e chirurgiche
Denominazione del dottorato:Scienze chirugiche e tecnologie diagnostico-terapeutiche avanzate
Ciclo di dottorato:24
Numero di sistema:8508
Depositato il:12 Dicembre 2011 11:05
Ultima modifica:18 Giugno 2012 09:44

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record