De Rosa, Ugo (2011) La vulnerabilità sismica delle strutture industriali prefabbricate esistenti. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img]
Anteprima
PDF
de_Rosa_Ugo.pdf

Download (20MB) | Anteprima
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: La vulnerabilità sismica delle strutture industriali prefabbricate esistenti
Autori:
AutoreEmail
De Rosa, Ugougoest@libero.it
Data: Novembre 2011
Numero di pagine: 310
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Ingegneria strutturale
Scuola di dottorato: Ingegneria civile
Dottorato: Ingegneria delle costruzioni
Ciclo di dottorato: 23
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Rosati, Luciano[non definito]
Tutor:
nomeemail
Pasquino, Mariopasquino@unina.it
Data: Novembre 2011
Numero di pagine: 310
Parole chiave: Vulnerabilità sismica prefabbricati
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/09 - Tecnica delle costruzioni
Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/08 - Scienza delle costruzioni
Depositato il: 15 Dic 2011 15:25
Ultima modifica: 17 Giu 2014 06:04
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/8632

Abstract

Nel presente lavoro sono state affrontate le problematiche inerenti alla valutazione di strutture prefabbricate esistenti realizzate nel periodo compreso tra il 1950 ed il 1975. Si è ricostruito un quadro delle tipologie costruttive e delle soluzioni strutturali più diffuse per questo tipo di edifici. E’ stata ripercorsa l’evoluzione della normativa tecnica, sottolineando le variazioni più significative introdotte nel corso degli anni ed individuando dunque i principali elementi di vulnerabilità sismica che gli edifici esistenti presentano, alla luce anche della differente zonizzazione del territorio nazionale. Sono stati dunque raccolti numerosi dati da cui poter estrapolare tipologie strutturali campione su cui elaborare idonei modelli di calcolo da testare alla luce delle considerazioni sopra esposte. In particolare si è esaminato il caso di “Strutture a pilastri isostatici”, particolarmente diffuse per la elevata semplicità di esecuzione e di montaggio. Sul campione individuato sono state eseguite delle analisi strutturali per individuare le principali caratteristiche di vulnerabilità sismica. Parallelamente alle attività sopra riportate, inoltre, sono state svolte delle analisi sperimentali su una struttura prefabbricata al fine di valutare l’efficacia di una procedura di identificazione strutturale, con particolare riferimento alla determinazione del coefficiente di smorzamento globale da attribuire al modello di calcolo rappresentativo della struttura.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento