Basi molecolari dell'interazione pianta-insetto

Coppola, Valentina (2011) Basi molecolari dell'interazione pianta-insetto. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]PDF - Solo per gli Amministratori dell'archivio fino a 22 Dicembre 2012 - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
2726Kb

Abstract

La diversità e l’abbondanza degli insetti che si nutrono di floema, tra cui gli afidi, è in contrasto con la limitata quantità d’informazioni disponibili circa le risposte molecolari e fisiologiche della pianta e i meccanismi di resistenza attivati contro questi insetti erbivori. Gli afidi sono insetti altamente specializzati nel loro meccanismo di alimentazione e causano un complesso stress alla pianta. Inoltre è necessario considerare che durante l'allevamento in pieno campo, le piante sono frequentemente attaccate da più insetti fitofagi contemporaneamente o in modo sequenziale. Queste condizioni alterano sia le risposte di difesa della pianta ospite che le capacità di fitness dei fitofagi. In pomodoro i cambiamenti trascrizionali in risposta all’attacco dell’afide ed i meccanismi molecolari associati allo sviluppo del danno sono ancora inesplorati. Per investigare quali siano le risposte attivate in seguito all’attacco dell’afide, è stata condotta un’analisi trascrittomica e proteomica nella varietà di pomodoro 'Microtom'. Per monitorare i cambiamenti nell’espressione genica è stata effettuata un analisi microarray a 24h, 48h e 96h dall’attacco di M. euphorbiae. I cambiamenti trascrizionali hanno ricoperto un ampio numero di processi biologici, quali il metabolismo primario e secondario, la risposta a stress biotici e ossidativi, la fotosintesi. L’analisi proteomica,condotta dopo 48h ha individuato 87 spot differenzialmente espressi, 49 dei quali rappresentano una singola proteina. Queste sequenze sono state classificate tramite il database Blast2go e mostrano una buona correlazione con le funzioni rilevate dall’analisi trascrittomica. Inoltre questo studio ha evidenziato come la presenza di un insetto terricolo influenzi lo sviluppo dell’afide, quando condividono la stessa pianta, influenza che non si ripercuote sul terzo livello trofico. Inoltre, il danno radicale causato dall’insetto terricolo è in grado di influenzare le risposte della pianta di pomodoro, mediante l’induzione sistemica di pathway coinvolti nelle risposte di difesa della pianta contro l’afide.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:afidi; microarray; insetto terricolo; studi -omici;
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 05 Scienze biologiche > BIO/11 BIOLOGIA MOLECOLARE
Area 07 Scienze agrarie e veterinarie > AGR/11 ENTOMOLOGIA GENERALE E APPLICATA
Area 07 Scienze agrarie e veterinarie > AGR/07 GENETICA AGRARIA
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Sannia, Giovanni
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Rao, Rosarao@unina.it
Stato del full text:Inedito
Data:29 Novembre 2011
Numero di pagine:114
Istituzione:Università di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Scienze del suolo, della pianta, dell'ambiente e delle produzioni animali
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:Biotecnologie
Denominazione del dottorato:Scienze biotecnologiche
Ciclo di dottorato:24
Numero di sistema:8712
Depositato il:06 Dicembre 2011 12:13
Ultima modifica:22 Giugno 2012 12:06

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record