Di Lorenzo, Agostino (2006) Le colline nord-occidentali di Napoli: evoluzione storica di un paesaggio urbano. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
tesi_DiLorenzo_Agostino.pdf

Download (1MB) | Preview
Item Type: Tesi di dottorato
Language: Italiano
Title: Le colline nord-occidentali di Napoli: evoluzione storica di un paesaggio urbano
Creators:
CreatorsEmail
Di Lorenzo, AgostinoUNSPECIFIED
Date: 2006
Date Type: Publication
Number of Pages: 290
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Storia dell'architettura e restauro
PHD name: Storia dell'architettura e della città
PHD cycle: 17
PHD Coordinator:
nameemail
Starace, Francesco SaverioUNSPECIFIED
Tutor:
nameemail
Di Mauro, LeonardoUNSPECIFIED
Date: 2006
Number of Pages: 290
Uncontrolled Keywords: Napoli, Storia, Paesaggio
MIUR S.S.D.: Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/18 - Storia dell'architettura
Date Deposited: 30 Jul 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:24
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/956

Abstract

La ricerca riguarda la formazione e la trasformazione nel tempo di un’ampia porzione della città di Napoli, tradizionalmente trascurata dagli studi anche perché entrata a far parte dell’area municipale a partire dal 1927. Si tratta dei territori degli antichi comuni di Chiaiano ed Uniti, Pianura, Soccavo, Marianella e Miano (questi ultimi solo per i versanti collinari). Sono state analizzate le fonti letterarie, le numerose descrizioni di viaggi, e il materiale cartografico e iconografico, quest’ultimo in gran parte inedito. Si articola in tre volumi: il primo di testo, il secondo di appendice documentaria, il terzo di illustrazioni e materiali cartografici. Il primo è diviso in due parti: una relativa all’analisi dei caratteri originari del territorio studiato e alla “fortuna” del paesaggio collinare napoletano attraverso i Piani Regolatori fino alla creazione del Parco Metropolitano delle Colline di Napoli, e una seconda dove sono analizzate le fonti scritte e cartografiche per delineare la storia del territorio e quella delle emergenze architettoniche, dando particolare rilievo alle carte manoscritte di G.B. Porpora. Nuove e importanti acquisizioni documentarie riguardano ville dello Scudillo e del Moiariello, una importante masseria della famiglia Caracciolo a Chiamano, le cave di tufo dalla fine dell’800 agli anni Settanta del ‘900 e l’uso delle aree boschive di Marano, Chiaiano, Marianella, Capodimonte, Pianura, Soccavo, nella prima metà dell’800. E’ stato così possibile ricostruire la vicenda storica del territorio studiato.

Actions (login required)

View Item View Item