Indulgenza, Pasquale (2014) LO SCHERMO E L’ALBA. IL PROBLEMA DELLA CONOSCENZA NELL'"ETA' DELL'INFORMAZIONE". [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Indulgenza_Pasquale.php.pdf

Download (2MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: LO SCHERMO E L’ALBA. IL PROBLEMA DELLA CONOSCENZA NELL'"ETA' DELL'INFORMAZIONE"
Creators:
CreatorsEmail
Indulgenza, Pasqualepasqualeindulgenza1@gmail.com
Date: 31 March 2014
Number of Pages: 463
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Scienze Sociali
Scuola di dottorato: Scienze sociali
Dottorato: Sociologia e ricerca sociale
Ciclo di dottorato: 26
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Morlicchio, Enricaenmorlic@unina.it
Tutor:
nomeemail
Pecchinenda, GianfrancoUNSPECIFIED
Date: 31 March 2014
Number of Pages: 463
Uncontrolled Keywords: conoscenza, informazione, comunicazione
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/08 - Sociologia dei processi culturali e comunicativi
Aree tematiche (7° programma Quadro): SCIENZE SOCIOECONOMICHE E UMANISTICHE > Orientamenti nella società e relative implicazioni
Date Deposited: 07 Apr 2014 10:00
Last Modified: 27 May 2016 01:00
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/10029

Abstract

Il punto fondamentale che intendiamo prendere in esame è la qualità innovativa dei cambiamenti provocati dalle nuove forme di comunicazione sui processi conoscitivi. Esso corrisponde all’esigenza, sempre più avvertita nelle scienze socio-umane e nella ricerca sociologica, di una rinnovata ecologia cognitiva: lo studio del divenire del pensiero in funzione delle condizioni ambientali che lo determinano, sapendo che l’ambiente dell’attività cognitiva è oggi costituito, in primo luogo, dai nuovi assetti tecnologici che rendono possibili gli scambi e le intersezioni della comunicazione globale. Nel parlare di conoscenza, facciamo riferimento ad un insieme di processi da considerare da più prospettive: processualità essenziale per sviluppare consapevolezza nel rapporto soggettivo col reale e il mondo esterno, leva per la costruzione di sistemi sociali più giusti, e, nel contempo, alimento vitale per i movimenti sociali e risorsa strategica delle organizzazioni che si basano su di essa e lavorano ad incrementarla efficacemente al fine di assicurarsi un vantaggio competitivo. Le surrichiamate questioni chiedono di essere indagate sia tenendo conto del livello cognitivo (come la conoscenza si acquisisce, si consolida, si modifica e si perde nella mente di un agente individuale sottoposto a molteplici fonti di informazione), sia affrontando quello sociale (come la conoscenza emerge, circola, si diffonde e si differenzia nei gruppi sociali, che possono essere aggregazioni spontanee o organizzazioni stabili), sia studiando l’interazione fra questi due livelli (l’emergenza della conoscenza sociale dalle interazioni individuali, gli effetti sociali sulle dinamiche conoscitive dell’individuo). In che modo le sempre più profonde interazioni con le tecnologie digitali dell’informazione e della comunicazione e i nuovi media stanno cambiando il nostro rapporto con la conoscenza? Come cambiano i processi conoscitivi nell’epoca in cui l’informazione viene ‘trattata' attraverso dispositivi computer based sempre più efficacemente interconnessi, capaci di sottomettere la produzione e la diffusione di tutti i saperi a colossali processi di standardizzazione? In quale misura e in quali termini, infine, con riferimento a tutto ciò, la transizione che stiamo vivendo può dirsi una vera e propria mutazione delle forme essenziali del nostro vivere e a quali sviluppi delle nostre forme di organizzazione sociale essa tende?

Actions (login required)

View Item View Item