De Angelis, Maria Carmen (2015) La disfunzione atriale sinistra causata da depositi fibrillari di amiloide è associata ad un peggioramento della funzione ventricolare sinistra nei pazienti affetti da amilodosi cardiaca. [Tesi di dottorato]

[img]
Anteprima
Testo
La_disfunzione_dell'atrio_sinisto__definitiva.pdf

Download (1MB) | Anteprima
[error in script] [error in script]
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: La disfunzione atriale sinistra causata da depositi fibrillari di amiloide è associata ad un peggioramento della funzione ventricolare sinistra nei pazienti affetti da amilodosi cardiaca.
Autori:
AutoreEmail
De Angelis, Maria Carmendeangelismariacarmen@gmail.com
Data: 22 Marzo 2015
Numero di pagine: 39
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Scienze Biomediche Avanzate
Scuola di dottorato: Medicina clinica e sperimentale
Dottorato: Fisiopatologia clinica e medicina sperimentale
Ciclo di dottorato: 27
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Marone, Giannigianni.marone@unina.it
Tutor:
nomeemail
Rapacciuolo, Antonio[non definito]
Data: 22 Marzo 2015
Numero di pagine: 39
Parole chiave: Amiloidosi cardiaca; Risonanza Magnetica cardiaca; disfunzione atriale sinistra; funzione ventricolare sinistra.
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 06 - Scienze mediche > MED/11 - Malattie dell'apparato cardiovascolare
Depositato il: 07 Apr 2015 13:23
Ultima modifica: 24 Set 2015 12:41
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/10086
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/10086

Abstract

Il termine amiloidosi indica un insieme eterogeneo di patologie causate dalla deposizione extracellulare di proteine autologhe in forma di fibrille insolubili, che induce la progressiva alterazione architettonica e funzionale degli organi e dei tessuti interessati. La CMR con gadolinio è in grado di evidenziare anche depositi di amiloide nelle pareti degli atri , ai quali però non è mai stato associato un chiaro significato clinico. In seguito a queste osservazioni ci siamo posti come obiettivo quello di valutare se la deposizione di amiloide nello spessore della parete atriale, riscontrabile mediante CMR potesse avere un ruolo nel grado di dilatazione e di disfunzione atriale in corso di amiloidosi cardiaca e, più in generale, della funzione cardiaca globale. Un gruppo di pazienti, con diagnosi nota di amiloidosi cardiaca (AC), è stato sottoposto a CMR, con utilizzo del gadolinio (CMRGad). In tutti i pazienti selezionati è stato possibile evidenziare il late enhancement del gadolinio del ventricolo sinistro con il pattern tipico per AC, il cosiddetto zebra-pattern. In alcuni di questi, è stato riscontrato un interessamento anche dello spessore dell'atrio sinistro. Abbiamo deciso, dunque, di raggruppare da un lato i pazienti con evidenza di LGA atriale (Atria +), dall'altro i restanti pazienti senza evidenziabile coinvolgimento dell'atrio sinistro (Atria -). I pazienti appartenenti al gruppo Atria + presentavano un peggioramento statisticamente significatico della funzione atriale e della frazione di eiezione ventricolare sinistra rispetto ai pazienti appartenenti al gruppo Atria -. I nostri dati suggeriscono che Il coinvolgimento dell'atrio potrebbe essere legato o ad un particolare sottotipo di amiloide o ad un diverso stadio di amiloidosi cardiaca. Tali evidenze indicano che la mortalità sia più alta nei pazienti Atria+ rispetto ai soggetti Atria-.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento