Di Dona, Francesco (2015) Fratture e lussazioni della colonna vertebrale lombosacrale nel cane. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Di_Dona_Francesco.pdf

Download (1MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Resource language: Italiano
Title: Fratture e lussazioni della colonna vertebrale lombosacrale nel cane
Creators:
CreatorsEmail
Di Dona, Francescofrancesco.didona@unina.it
Date: 30 March 2015
Number of Pages: 71
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche
Scuola di dottorato: Scienze veterinarie per la produzione e la sanità
Dottorato: Scienze cliniche e farmaco-tossicologiche veterinarie
Ciclo di dottorato: 27
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Ciaramella, Paolopaociara@unin.it
Tutor:
nomeemail
Fatone, GerardoUNSPECIFIED
Date: 30 March 2015
Number of Pages: 71
Keywords: Frattura, lussazione, lombosacrale, cane
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie > VET/09 - Clinica chirurgica veterinaria
Aree tematiche (7° programma Quadro): SALUTE e TUTELA DEL CONSUMATORE > Sicurezza alimentare, salute degli animali, benessere e salute degli animali e delle piante
Date Deposited: 09 Apr 2015 11:53
Last Modified: 24 Sep 2015 12:59
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/10241
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/10241

Collection description

Le fratture e le lussazioni della colonna vertebrale sono delle lesioni piuttosto comuni e sono la principale causa di disturbi neurologici nel cane (Jeffery, 2010) e circa il 25% delle lesioni traumatiche della colonna vertebrale riguardano la regione lombare caudale e sacrale (Bali, 2009). La frattura/lussazione della settima vertebra lombare nel cane è una lesione comune caratterizzata da una frattura obliqua o corta obliqua del corpo vertebrale di L7 con dislocazione cranio-ventrale del frammento caudale e del sacro (Harrington, 1998). L'obiettivo in caso di frattura di L7 è il riallineamento del canale vertebrale e la stabilizzazione del sito di frattura, per promuovere la guarigione dell'osso. Numerosi trattamenti chirurgici sono stati segnalati a riguardo ma si tratta quasi esclusivamente di tecniche di fissazione scheletrica interna. Gli obiettivi di questo studio sono: analizzare un campione composto da 20 soggetti, tutti appartenenti alla specie canina, con trauma lombosacrale, descrivendone gli aspetti clinici, diagnostici, terapeutici e prognostici; proporre una tecnica chirurgica modificata per il trattamento della frattura di L7 nel cane, valutandone vantaggi e svantaggi; riportare 3 casi di lussazione lombosacrale non associata a frattura. Sono state analizzate le cartelle cliniche (Gen. 2000 – Mar. 2014) di tutti i pazienti con frattura di L7 o lussazione L7-S1. Il segnalamento, il tipo di trauma ed il tempo intercorso alla diagnosi, i rilievi all'esame neurologico e altre lesioni concomitanti, ed il tempo di recupero sono stati registrati. La diagnosi è stata confermata con l'esame radiografico e tutti i pazienti con frattura sono stati trattati con il chiodo transiliaco percutaneo, mentre quelli con lussazione con due tecniche differenti. La condizione neurologica di tutti i pazienti è migliorata rapidamente con attenuazione del dolore immediatamente dopo la chirurgia. Il recupero funzionale è stato da buono (6/20) ad eccellente (12/20) nella maggior parte dei pazienti. I risultati di questo studio supportano l'impiego del chiodo transiliaco percutaneo per il trattamento della frattura di L7. La tecnica descritta è facile da eseguire, garantisce maggiore rispetto per i tessuti molli e l'impianto è duttile, modificabile e facile da rimuovere. Per il trattamento della lussazione lombosacrale la fissazione scheletrica interna con chiodi e polimetilmetacrilato si è mostrata più efficace, a fronte della diversità della lesione e la differente risposta relativamente la sua guarigione.

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item