Lanzetta, Vincenzo (2015) Elements for the development of a self-sustaining model of Regional Innovation System. [Tesi di dottorato]

[img]
Anteprima
Testo
Lanzetta_Vincenzo_26.pdf

Download (4MB) | Anteprima
[error in script] [error in script]
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: English
Titolo: Elements for the development of a self-sustaining model of Regional Innovation System
Autori:
AutoreEmail
Lanzetta, Vincenzovincenzo.lanzetta@libero.it
Data: 31 Marzo 2015
Numero di pagine: 222
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Ingegneria Industriale
Scuola di dottorato: Ingegneria industriale
Dottorato: Science and technology management
Ciclo di dottorato: 26
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Esposito, Emilioemilio.esposito@unina.it
Tutor:
nomeemail
Zollo, Giuseppe[non definito]
Data: 31 Marzo 2015
Numero di pagine: 222
Parole chiave: Regional Innovation System; RIS; self-sustainability; RIS model; RIS self-sustainability; scoreboard; innovation scoreboard; regional innovation; innovation system
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione > ING-IND/35 - Ingegneria economico-gestionale
Aree tematiche (7° programma Quadro): SCIENZE SOCIOECONOMICHE E UMANISTICHE > Crescita, impiego e competitività in una società della conoscenza
Depositato il: 14 Apr 2015 09:54
Ultima modifica: 29 Set 2015 14:48
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/10330
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/10330

Abstract

Studi recenti evidenziano il carattere ecosistemico dei Regional Innovation Systems (RISs) e argomentano sulla necessità di analizzarli come Complex Adaptive Systems. Del resto, la letteratura anche meno recente sull'innovazione sistemica territoriale, e sui RISs in particolare, pur mostrandosi particolarmente dispersa si è caratterizzata per la presenza di un ricorrente riferimento a concetti tipici della scienza della complessità, come quelli di emergenza e self-sustainability. Alcuni studiosi hanno evidenziato la necessità di definire un nuovo framework teorico che si fondi sui contributi delle svariate concettualizzazioni di letteratura sull'innovazione sistemica. Con l'adozione dell'ottica CAS, quindi, abbiamo ritenuto opportuno rivisitare la letteratura sul topic allo scopo di individuare un nuovo modello concettuale di RIS che adotti gli elementi comuni dei diversi framework concettuali presenti in letteratura, e che risponda anche alle logiche della scienza della complessità. Ovviamente, la visione dei RISs come Complex Adaptive Systems ha comportato anche una rivisitazione degli attuali strumenti di valutazione della capacità innovativa regionale; questi ultimi, generalmente, sono strumenti (di comparazione statistica di specifici indicatori di innovazione) che presentano criticità metodologiche. Nell'elaborato di tesi argomentiamo sulla necessità di ribaltare la filosofia di fondo degli attuali tools di valutazione della capacità innovativa regionale, per ripensarli in funzione della visione ecosistemica, ossia in funzione di una visione che guardi ad attrattori potenziali verso cui il sistema può tendere; pertanto, in coerenza con l'idea che il RIS - in quanto CAS - vive sul bordo del caos in uno stato di self-organized criticality, abbiamo individuato la necessità di determinare la Regional Innovation Value Criticality quale parametro chiave del nuovo modello concettuale proposto in questo elaborato.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento