Aglietta, Marco (2015) Studio controllato sull'effetto di un elemento protesico a sbalzo a livello di impianti dentali singoli. Analisi delle variazioni del livello osseo marginale e della profondità di sondaggio ad 1 anno. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Tesi Dottorato Marco Aglietta.pdf

Download (402kB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Resource language: Italiano
Title: Studio controllato sull'effetto di un elemento protesico a sbalzo a livello di impianti dentali singoli. Analisi delle variazioni del livello osseo marginale e della profondità di sondaggio ad 1 anno.
Creators:
CreatorsEmail
Aglietta, MarcoUNSPECIFIED
Date: 2015
Number of Pages: 26
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Neuroscienze e Scienze Riproduttive ed Odontostomatologiche
Scuola di dottorato: Medicina clinica e sperimentale
Dottorato: Scienze odontostomatologiche
Ciclo di dottorato: 27
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Rengo, SandroUNSPECIFIED
Tutor:
nomeemail
Matarasso, SergioUNSPECIFIED
Date: 2015
Number of Pages: 26
Keywords: Impianto dentale, cantilever, corone su impianti, riassorbimento osseo marginale.
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 06 - Scienze mediche > MED/28 - Malattie odontostomatologiche
Date Deposited: 13 Apr 2015 21:13
Last Modified: 24 Jun 2018 01:00
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/10462
DOI: 10.6093/UNINA/FEDOA/10462

Collection description

Scopo: scopo del presente lavoro è stato quello di valutare il riassorbimento osseo marginale (BL) e la profondità di sondaggio (PPD) intorno ad impianti singoli supportanti ricostruzioni parziali di due elementi, uno dei quali costituito da un elemento a sbalzo. Materiali e metodo: pazienti riabilitati tra il 2012 ed il 2013 mediante un impianto singolo (Straumann SLA, Standard Plus) supportante un ricostruzione protesica parziale di due elementi, di cui uno a sbalzo, sono stati reclutati (gruppo test). Un gruppo controllo è stato formato selezionando un numero uguale di soggetti che avevano ricevuto impianti singoli e corone singole nello stesso periodo di tempo ed in siti comparabili. Quando possibile, un approccio split-mouth è stato applicato. Al momento della finalizzazione protesica è stata effettuata una lastra endo-orale utilizzando un centratore. Dopo il primo anno si follow-up è stata eseguita una seconda lastra e registrata la profondità di sondaggio. Sono state calcolati i valori medi della perdita ossea (BL) avvenuta nel corso del primo anno di follow-up, del livello radiografico della cresta ossea al follow-up (BLevT12), e del PPD al follow-up Gruppo test e gruppo controllo sono stati confrontati utilizzando l'unpaired t-test. Sono stati inoltre calcolati i valori medi di questi stessi parametri a livello dell'interfaccia implantare adiacente all'elemento a sbalzo e quella opposta. Questi due gruppi sono stati confrontati per mezzo del paired t-test. Risultati: dei 19 pazienti test selezionati al baseline, 17 erano ancora presenti al follow-up. Nel gruppo test come nel gruppo controllo, solo piccole variazioni medie del livello osseo marginale sono state registrate (0.3-0.4mm), senza alcuna differenza tra i gruppi (p>0.05). Al livello del solo gruppo test, il confronto di BL, BLevT12 e PPDT12 a livello dell'interfaccia implantare adiacente il cantilever e quella opposta non ha rilevato differenze significative (p>0.05). Conclusioni: nei limiti del presente lavoro, la presenza di un elemento protesico a sbalzo in caso di ricostruzioni protesiche parziali fisse supportate da un impianto singolo non sembra causare una perdita ossea marginale o una profondità di sondaggio piu' elevate dopo il primo anno di carico rispetto ad impianti singoli supportanti corone singole.

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item