Milone, Marco (2016) L’ESPRESSIONE DI UBCH10 PUÒ AVERE UN RUOLO PREDITTIVO NELLA PROGNOSI E NELLA SENSIBILITÀ AL TRATTAMENTO ANTINEOPLASTICO IN PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA DEL COLON-RETTO. [Tesi di dottorato]

[img] Documento PDF
UbcH10.pdf
Visibile a [TBR] Repository staff only

Download (2MB) | Request a copy
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: L’ESPRESSIONE DI UBCH10 PUÒ AVERE UN RUOLO PREDITTIVO NELLA PROGNOSI E NELLA SENSIBILITÀ AL TRATTAMENTO ANTINEOPLASTICO IN PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA DEL COLON-RETTO
Creators:
CreatorsEmail
Milone, Marcomilone.marco.md@gmail.com
Date: 29 March 2016
Number of Pages: 40
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Scienze Biomediche Avanzate
Scuola di dottorato: Scienze biomorfologiche e chirurgiche
Dottorato: Scienze chirurgiche e tecnologie diagnostico-terapeutiche avanzate
Ciclo di dottorato: 28
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Santangelo, Michelemichele.santangelo@unina.it
Tutor:
nomeemail
Santangelo, MicheleUNSPECIFIED
Date: 29 March 2016
Number of Pages: 40
Uncontrolled Keywords: carcinoma colorettale. Ubiquitina
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 06 - Scienze mediche > MED/18 - Chirurgia generale
Date Deposited: 11 Apr 2016 10:28
Last Modified: 02 Nov 2016 11:09
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/10782

Abstract

Il carcinoma del colon-retto (CRC) rappresenta uno dei tumori più frequenti e letali al mondo. Nonostante i progressi fatti nella diagnosi e nel trattamento del CRC, l’identificazione di markers tumorali rappresenta ancora una forte necessità clinica, in quanto le terapie attuali risultano efficaci soltanto in un sottogruppo di pazienti. UbcH10 rappresenta un potenziale biomarcatore, i cui livelli di espressione potrebbero essere impiegati per predire la risposta o la resistenza alla chemioterapia o ad agenti target. L’RNA messaggero di UbcH10 (UbcH10 mRNA) e i livelli di espressione proteica sono stati valutati in un gruppo numeroso di pazienti affetti da CRC e poi correlati con le caratteristiche clinico-patologiche - incluse le mutazioni a carico del gene KRAS. Inoltre, sono stati valutati i livelli endogeni di UbcH10 ed il suo ruolo sulla crescita cellulare in cellule di CRC. Infine, per valutare l’impatto dell’espressione proteica di UbcH10 sulla risposta all’irinotecano, al suo metabolita attivo SN-38 e al trattamento con cetuximab, sono stati eseguiti esperimenti di silenziamento di UbcH10 su linee cellulari di carcinoma del colon, Caco-2 e DLD 1. L’ over-espressione sia del messaggero che della proteina UbcH10, sono state osservate in gran parte dei pazienti studiati. La soppressione di UbcH10 decrementa il rate di crescita delle cellule di CRC (in parte attraverso la deregolazione della Ciclina B ed ERK 1) e le sensibilizza al trattamento farmacologico con irinotecano, SN-38 e cetuximab (in parte attraverso la deregolazione di AKT). Tutto ciò suggerisce che l’espressione di UbcH10 regola la crescita del CRC e potrebbe avere un ruolo importante nella personalizzazione della terapia nei pazienti affetti da CRC.

Actions (login required)

View Item View Item