Capriolo, Giuliana Paternas literas confirmamus: Il libro dei privilegi e delle facoltà del mastro portolano di Terra di Lavoro (secc. XV-XVII). UNSPECIFIED. FedOA - Federico II University Press, Napoli.

[img]
Preview
Text
67-15-359-1-10-20171209.pdf

Download (1MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Monograph (UNSPECIFIED)
Lingua: Italiano
Title: Paternas literas confirmamus: Il libro dei privilegi e delle facoltà del mastro portolano di Terra di Lavoro (secc. XV-XVII)
Creators:
CreatorsEmail
Capriolo, Giulianagcapriolo@unisa.it
Autore/i: Giuliana Capriolo, Università degli Studi di Salerno Ricercatrice di Paleografia e docente di Paleografia latina, di Diplomatica e di Esegesi storico-giuridica del documento medievale presso l’Università degli Studi di Salerno. La sua attività scientifica è rivolta allo studio delle testimonianze librarie e documentarie nel Mezzogiorno medievale, con particolare attenzione sia alle pratiche di redazione dei documenti notarili su registro di età aragonese sia alla produzione, circolazione e riuso dei codici in scrittura beneventana. Tra le sue pubblicazioni: Registri notarili di area salernitana (sec. XV), Salerno 2009 (Schola Salernitana. Documenti, 1).
Number of Pages: 169
Institution: Università degli Studi di Salerno
Official URL: http://www.fedoabooks.unina.it/index.php/fedoapres...
Nazione dell'editore: Italia
Place of Publication: Napoli
Publisher: FedOA - Federico II University Press
Series Name: Regna: Testi e studi su istituzioni, cultura e memoria del Mezzogiorno medievale
ISBN: 978-88-6887-021-8
Number of Pages: 169
Date Deposited: 05 Jan 2018 13:58
Last Modified: 18 Feb 2018 18:11
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/11431
DOI: 10.6093/978-88-6887-021-8

Abstract

[English]: Within the bureaucratic and fiscal system of the Reign of Naples a strategic role was played by the provincial office of the mastro portolano which was established in each of the twelve provinces of the Reign and conferred with royal privilege in order to preserve the public land. In particular, in Naples and in its province of Terra di Lavoro the Office of Portolania was conducted for two hundred years by some exponents of the noble Moccia family from the Neapolitan “Sedile di Portanova”. Concerning this family, we have examined a little membrane code that at the moment is kept at the Archive of the Franciscan Convent of Baronissi. Some copies of royal and administrative documents, dating back to the Aragonese and to the Spanish Viceroy periods, are gathered in this book. They were registered at the Royal Chamber of the Sommaria or issued directly by the curia of the maestro portolano and in particular they certify some privileges and prerogatives that were granted to the Moccias as royal officers. The code constitutes an interesting example of “document in the form of a book” or as a “book-document” that represented not only the munimen in defense of acquired rights and privileges, but also carried out the task of “archive” and “storage”. / [Italiano]: All’interno della struttura burocratica e fiscale del Regno di Napoli un ruolo strategico fu rivestito dall’ufficio provinciale del mastro portolano, istituito in ognuna delle dodici province del Regno per la cura del suolo pubblico e conferito con privilegio reale. In particolare, a Napoli e nella Provincia di Terra di Lavoro l’Ufficio della Portolania fu esercitato per ben duecento anni da alcuni esponenti della nobile famiglia Moccia, del sedile napoletano di Portanova. Proprio in riferimento a tale famiglia viene esaminato un piccolo codice membranaceo attualmente custodito presso l’Archivio del Convento francescano di Baronissi. Nel libro si concentrano copie di documenti regi e di ufficio di epoca aragonese e del viceregno spagnolo registrati presso la Regia Camera della Sommaria o emessi direttamente dalla curia del maestro portolano, attestanti in particolare privilegi e prerogative concessi ai Moccia in qualità di ufficiali regi. Il codice rappresenta un interessante esempio di “documento in forma di libro” o “libro-documento” in quanto, oltre a costituire il munimen a difesa dei diritti e dei privilegi acquisiti, assolveva anche funzioni di “archivio” e di “memoria”.

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item