Ciardi, Gianluca (2017) Il PDTA del paziente con distrofia facio-scapolo-omerale: valutazione delle criticità e strategie di intervento in regione Campania (studio pilota). [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Tesi CIARDI GIANLUCA .Pdf

Download (950kB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Resource language: Italiano
Title: Il PDTA del paziente con distrofia facio-scapolo-omerale: valutazione delle criticità e strategie di intervento in regione Campania (studio pilota)
Creators:
CreatorsEmail
Ciardi, Gianlucagianluca.ciardi@unina.it
Date: 31 March 2017
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Sanità Pubblica
Scuola di dottorato: Medicina preventiva, pubblica e sociale
Dottorato: Sanità pubblica e medicina preventiva
Ciclo di dottorato: 29
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Montagnani, StefaniaMONTAGNA@UNINA.IT
Tutor:
nomeemail
Corrado, BrunoUNSPECIFIED
Date: 31 March 2017
Keywords: fshd; management; PDTA; Campania
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 06 - Scienze mediche > MED/48 - Scienze infermieristiche e tecniche neuro-psichiatriche e riabilitative
Date Deposited: 20 Apr 2017 10:24
Last Modified: 13 Mar 2018 11:50
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/11479
DOI: 10.6093/UNINA/FEDOA/11479

Collection description

Background: la distrofia facio scapolo omerale (FSHD) è il terzo disordine neuromuscolare al mondo; esso causa una degenerazione delle fibre muscolari, che si diffonde dal volto all’arto superiore ed in seguito al cingolo pelvico ed agli arti inferiori. Ad oggi, pur essendo definita a livello nazionale la gestione delle malattie rare, mancano specifici PDTA per pazienti con FSHD. Obiettivo: condurre un’indagine conoscitiva circa il PDTA dei pazienti con FSHD in regione Campania Materiali e metodi: è stata condotta un’indagine conoscitiva presso gli ambulatori di Medicina fisica e riabilitativa della AOU Federico II. Criteri di inclusione nello studio: diagnosi di FSHD; criteri di esclusione: altre malattie croniche o degenerative. Ai pazienti è stato sottoposto un questionario online che ricostruiva il singolo percorso dal primo sintomo alla gestione territoriale. Risultati: sono stati inclusi nello studio i dati di 48 soggetti; l’analisi del PDTA ha messo in risalto una scarsa preparazione dei medici di base rispetto la patologia, una gestione inappropriata della diagnostica e delle cure riabilitative, per uno spreco di risorse economiche che arriva a 6000 euro per paziente. Sono state proposte strategie di intervento e di ottimizzazione della rete assistenziale. Conclusioni: il presente studio, seppur su una casistica limitata, ha messo in evidenza alcune criticità del PDTA per la FSHD in regione Campania; nuovi studi multi regionali sono necessari per definire un sistema benchmark ed attuare le proposte di ottimizzazione dei percorsi di cura.

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item