Polichetti, Salvatore (2017) Punti innovativi e criticità a garanzia del dato analitico nell'applicazione sperimentale della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 ad un laboratorio di analisi. [Tesi di dottorato]

[img]
Anteprima
Testo
polichetti_salvatore_29.pdf

Download (1MB) | Anteprima
[error in script] [error in script]
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Punti innovativi e criticità a garanzia del dato analitico nell'applicazione sperimentale della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 ad un laboratorio di analisi
Autori:
AutoreEmail
Polichetti, Salvatores.polichetti@libero.it
Data: 2017
Numero di pagine: 60
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Sanità Pubblica
Dottorato: Sanità pubblica e medicina preventiva
Ciclo di dottorato: 29
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Montagnani, Stefania[non definito]
Tutor:
nomeemail
Montuori, Paolo[non definito]
Data: 2017
Numero di pagine: 60
Parole chiave: laboratorio; qualità; ambiente
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 03 - Scienze chimiche > CHIM/01 - Chimica analitica
Area 03 - Scienze chimiche > CHIM/03 - Chimica generale e inorganica
Area 06 - Scienze mediche > MED/42 - Igiene generale e applicat
Depositato il: 20 Apr 2017 10:24
Ultima modifica: 13 Mar 2018 11:58
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/11486
DOI: 10.6093/UNINA/FEDOA/11486

Abstract

Molte decisioni in campo ambientale e sanitario vengono prese dai professionisti in seguito all’esito delle determinazioni analitiche riportate nei rapporti di prova rilasciati dai laboratori. È evidente la necessità che i dati prodotti abbiano un livello di qualità adeguata. La tesi di dottorato si è posta come obiettivo generale quello di elaborare un percorso metodologico e sperimentale finalizzato all’aumento delle performance di un laboratorio di prove inteso a garantire la qualità del risultato analitico, attraverso l’individuazione e la gestione di processi critici legati ai requisiti tecnici riportati nella norma UNI EN ISO/IEC 17025 “Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prove e tarature”. L’impostazione di un modus operandi sviluppato in maniera omogenea che non appesantisca il lavoro del laboratorio, ma adotti una snella applicazione di tutti i fattori che concorrono, nelle diverse fasi di gestione del metodo, alla produzione di dati certi e difendibili rispetto ad eventuali contestazioni da enti esterni o dal legislatore. Viene tracciato un percorso sull’attività di gestione dell’intero processo analitico, dal confronto dei dati del laboratorio con i dati di validazione del metodo, alla gestione dei materiali di riferimento, all’abilitazione e al mantenimento della qualifica del personale all’esecuzione della prova, alla stima dell’incertezza di misura e ai continui controlli di qualità e assicurazione qualità applicati al metodo UNICHIM M.U. n. 2441:2012 “Determinazione dell’azoto totale – Metodo mediante spettrometria UV dopo digestione ossidativa con persolfato di sodio utilizzando un apparecchiatura che opera in sequenza analitica coordinata”.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento