Giordano, Raffaele (2017) Cardioplegia custodiol nell'intervento di Switch Arterioso: analisi di biomarkers plasmatici e correlazione con outcomes clinici nell'immediato postoperatorio. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Tesi DOTTORATO per pubblicazione - GIORDANO.pdf

Download (1MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: Cardioplegia custodiol nell'intervento di Switch Arterioso: analisi di biomarkers plasmatici e correlazione con outcomes clinici nell'immediato postoperatorio
Creators:
CreatorsEmail
Giordano, Raffaeler.giordano81@libero.it
Date: 3 April 2017
Number of Pages: 35
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Scienze Biomediche Avanzate
Scuola di dottorato: Scienze biomorfologiche e chirurgiche
Dottorato: Scienze biomorfologiche e chirurgiche
Ciclo di dottorato: 29
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Cuocolo, Albertocuocolo@unina.it
Tutor:
nomeemail
Palma, GaetanoUNSPECIFIED
Date: 3 April 2017
Number of Pages: 35
Uncontrolled Keywords: Cardioplegia; Biomarkers; Trasposizione delle gradi arterie
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 06 - Scienze mediche > MED/23 - Chirurgia cardiaca
Date Deposited: 18 Apr 2017 11:38
Last Modified: 14 Mar 2018 09:48
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/11497
DOI: 10.6093/UNINA/FEDOA/11497

Abstract

SOMMARIO Stato dell’arte: Lo scopo di questo studio è descrivere le concentrazioni e la cinetica plasmatica del Peptide Natriuretico Cerebrale (BNP), della Troponina I (TnI) e della Cistatina-C (Cys-C) nel periodo postoperatorio in neonati sottoposti ad intervento di “Switch Arterioso” (ASO) mediante cardioplegia Custodiol, inoltre testare le correlazioni tra questi biomarkers plasmatici e gli immediati outcomes clinici. Materiali e Metodi: Sono stati prospetticamente arruolati 29 neonati sottoposti ad ASO. Tutti i neonati hanno ricevuto la cardioplegia Custodiol. Esami ematochimici sono stati effettuati preoperatoriamente (un giorno prima), all’arrivo in terapia intensiva e poi a 6, 12, 24, e 48 h dopo chirurgia. Risultati: Il picco di TnI (valore medio 17.23±7.0ng/mL) è stato registrato tra l’arrivo in terapia intensiva e la sesta ora, poi si è avuto un costante decremento. La TnI ha avuto una buona correlazione con il tempo di supporto inotropo (r=0.560, p=0.0015) e con il tempo di permanenza in terapia intensiva (r =0.407, p=0.028), meno significativa con il tempo di ventilazione e di degenza ospedaliera totale (r=0.37, p=0.0451 e r=0.385, p=0.0404). Il picco di BNP (valore medio 4773.79±2724.52ng/L) è stato registrato nel periodo preoperatorio con un costante decremento dopo l’intervento e non ha mostrato significative correlazioni con gli outcomes clinici analizzati. La CyS-C ha presentato livelli elevati nel periodo preoperatorio, un decremento durante la fase operatoria e successivamente un costante incremento dall’arrivo in terapia intensiva con un picco a 48h (valore medio 1.76±0.35 mg/L). Il picco di CyS-C, inoltre, ha mostrato una buona correlazione con il picco di creatinina plasmatica (r=0.579, p=0.0009), ma non con gli altri outcomes clinici esaminati. Conclusioni: Il nostro studio ha dimostrato una correlazione significativa tra il picco di TnI e gli outcomes clinici analizzati nell’immediato postoperatorio di neonati sottoposti ad intervento di “Switch Arterioso”. Gli altri biomarkers analizzati, BNP e CyS-C, non hanno dimostrato una correlazione diretta.

Actions (login required)

View Item View Item