Ricchezza, Daniela (2017) Innovazione sociale e impresa sociale: un modello ibrido per il patrimonio culturale. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Tesi phd_Daniela Ricchezza.pdf

Download (1MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: Innovazione sociale e impresa sociale: un modello ibrido per il patrimonio culturale
Creators:
CreatorsEmail
Ricchezza, Danieladaniela.ricchezza@unina.it
Date: 9 April 2017
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Economia, Management e Istituzioni
Dottorato: Management
Ciclo di dottorato: 29
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Mele, Cristinacristina.mele@unina.it
Tutor:
nomeemail
Pezzillo Iacono, MarioUNSPECIFIED
Date: 9 April 2017
Uncontrolled Keywords: innovazione sociale, patrimonio culturale, impresa sociale, modello ibrido
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 13 - Scienze economiche e statistiche > SECS-P/10 - Organizzazione aziendale
Date Deposited: 09 May 2017 11:16
Last Modified: 13 Mar 2018 09:40
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/11675
DOI: 10.6093/UNINA/FEDOA/11675

Abstract

Negli ultimi anni, il concetto di innovazione sociale è riemerso in risposta al superamento e alla risoluzione delle sfide e delle trasformazioni della società moderna e, sia nella letteratura scientifica che pratica politica e sociale, essa è intesa come alternativa alla logica del mercato, ridefinizione di rapporti sociali, sviluppo territoriale e cambiamento sistemico. Attraverso il framework dell’innovazione sociale, l’impresa sociale può rappresentare una risposta valida in grado di risolvere problematiche economiche e sociali attraverso l’adozione di un modello di impresa innovativo che tende a ibridare una serie di elementi e risorse, economiche e umane, ridefinire le relazioni tra le parti coinvolte, erogando prodotti e servizi che rispondano ad un’esigenza comune, e che al contempo sono in grado di generare valore sociale ed economico. In particolare, attraverso l’analisi qualitativa multiple case studies napoletani si cerca di comprendere come le iniziative nate dal basso siano in grado di costruire nuovi modelli organizzativi, applicandoli alla tutela, riuso e valorizzazione del patrimonio culturale, apportando benefici alla società. Si vuole comprendere la natura sociale ed economica delle attività svolte all’interno del sito culturale, chi sono i beneficiari dell’iniziativa, quante e quali risorse umane e finanziarie sono state impiegate per raggiungere una sostenibilità economica. In ultimo, lo studio condotto intende verificare la capacità e la possibilità di favorire la nascita di politiche di collaborazione e lo sviluppo di relazioni tra le diverse organizzazioni culturali che operano sul territorio.

Actions (login required)

View Item View Item