Rey, Andrea (2017) L’attività di lobbying sui principi contabili internazionali: evidenze empiriche dall’IFRS 16 Leases. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Andrea_Rey_Tesi_.pdf

Download (981kB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: L’attività di lobbying sui principi contabili internazionali: evidenze empiriche dall’IFRS 16 Leases
Creators:
CreatorsEmail
Rey, Andreaandrea.rey@unina.it
Date: 10 December 2017
Number of Pages: 172
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: dep04
Dottorato: phd052
Ciclo di dottorato: 30
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Mele, Cristinacristina.mele@unina.it
Tutor:
nomeemail
Maglio, RobertoUNSPECIFIED
Date: 10 December 2017
Number of Pages: 172
Uncontrolled Keywords: Lobbying, IASB, FASB, IFRS 16, Preparers
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 13 - Scienze economiche e statistiche > SECS-P/07 - Economia aziendale
Date Deposited: 19 Jan 2018 20:38
Last Modified: 26 Mar 2019 10:15
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/12131

Abstract

Negli ultimi anni, la letteratura accademica ha mostrato un crescente interesse circa lo studio delle attività di lobbying sull'International Accounting Standard Board (IASB). L'obiettivo di questa tesi è quello di esaminare l'impatto dell'attività di lobbying sullo IASB e determinare le caratteristiche dei lobbisti attraverso l'ottenimento di evidenze statistiche, focalizzandosi sull'emanazione del principio contabile IFRS 16 - Leases. Dopo aver analizzato l'evoluzione storica dello IASB e quella contabile relativa all'operazione di leasing, e dopo aver svolto una literature review circa l'attività di lobbying, ci si sofferma su un'analisi empirica. Per estrapolare i dati necessari all'analisi, è stata svolta una content analysis delle lettere di commento indirizzate al Discussion Paper e ai due Exposure Drafts rilasciati dallo IASB durante l'iter di approvazione dell'IFRS 16. Successivamente, è stata svolta un'analisi statistica empirica attraverso l'utilizzo di un modello di regressione logistico. Coerentemente con gli studi osservati in letteratura, i risultati ottenuti mostrano che i 'preparers' sono il gruppo più attivo. Tuttavia, si riscontra una minore partecipazione dei lobbisti nel momento iniziale (Discussion Paper) del progetto: quest'ultimo non è coerente con la letteratura accademica. Inoltre, le evidenze ottenute mostrano che il successo di un'attività di lobbying dipende dalla credibilità del rispondente. Dall'altro lato, non ci sono evidenze significative che dimostrino che il successo dell'attività di lobbying è positivamente collegata alla capacità del lobbista nel trasferire informazioni allo IASB. Infine, i risultati sottolineano che il sucecesso dell'attività di lobbying è collegato all'impato che il lobbista ha sulla sopravvivenza economica dello IASB.

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item