Tuselli, Alessia (2017) Analisi valutativa e mixed methods. L'efficacia percepita delle politiche gender sensitve in Calabria. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Tuselli_Alessia_30.pdf

Download (1MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: Analisi valutativa e mixed methods. L'efficacia percepita delle politiche gender sensitve in Calabria
Creators:
CreatorsEmail
Tuselli, Alessiaalessiatuselli@gmail.com
Date: 11 December 2017
Number of Pages: 116
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: dep24
Dottorato: phd093
Ciclo di dottorato: 30
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Morlicchio, Enricaenrica.morlicchio@unina.it
Tutor:
nomeemail
Fasanelli, RobertoUNSPECIFIED
Verde, RosannaUNSPECIFIED
Date: 11 December 2017
Number of Pages: 116
Uncontrolled Keywords: SWOT analysis; mixed methods; valutazione degli interventi; programmi gender sensitive
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/07 - Sociologia generale
Date Deposited: 21 Dec 2017 09:00
Last Modified: 15 Apr 2019 09:15
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/12253

Abstract

I programmi regionali gender oriented, promossi dall’Unione Europea e resi obbligatori dopo la ratifica della Convezione di Istanbul del 2011, mirano a prevenire la violenza di genere attraverso azioni di sostegno, educazione e formazione, realizzate in interconnessione con i milieu di riferimento. La valutazione di questi interventi rappresenta un ausilio fondamentale per le decisioni sulle future policy, ma incontra seri limiti e significative difficoltà: di frequente si valutano progetti che non avevano pianificato attività di M&V, né tantomeno, immaginato strumenti per la raccolta sistematica delle informazioni relative alle attività/azioni realizzate. Alla carenza di informazioni (su dinamiche, contenuti, evoluzione degli interventi e dei progetti) si sopperisce, frequentemente, facendo ricorso ad un processo valutativo, di impostazione costruzionista, che chiama in causa prevalentemente testimoni privilegiati, interrogati servendosi di una delle tecniche più diffuse in questo ambito lavorativo: la SWOT analysis. I dati raccolti, tuttavia, non sempre sono funzionali agli obiettivi valutativi, a causa dell’aleatorietà della strategia utilizzata per ottenerli. L’obiettivo generale di questa ricerca è proprio quello di migliorare l’usabilità della SWOT analysis. Il fine ultimo è quello di creare una nuova procedura valutativa, incentrata sull'integrazione tra la tecnica delle Evocazioni gerarchizzate (ed il modello analitico ad essa correlato) e la SWOT, nel tentativo di superarne alcuni limiti e massimizzarne il potenziale. Lo strumento, così ibridato, sarà somministrato ad un campione di comodo, costituito dagli attuatori territoriali degli interventi di educazione/formazione di genere, attivi sul territorio calabrese, al fine di ovviare alla frequente mancanza di monitoraggio, presentando un quadro regionale degli interventi in questo ambito e valutare la percezione della loro efficacia.

Actions (login required)

View Item View Item