UNSPECIFIED (2023) Merleau-Ponty: ritornare alla percezione. Other. FedOA Press - Federico II University, Napoli.

[img]
Preview
Text
Merleau-ponty.pdf

Download (1MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Monograph (Other)
Resource language: Italiano
Title: Merleau-Ponty: ritornare alla percezione
Autore/i: [Italiano]: Paolo Amodio è professore ordinario di Filosofia morale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. La sua attività di ricerca si è concentrata su diversi filoni: il pensiero filosofico ed etico-politico nella Napoli del Settecento nei suoi rapporti con il mondo intellettuale europeo; la storia del libertinismo, esplorata nelle sue implicazioni antropologico-filosofiche; il nuovo pensiero ebraico nei suoi rapporti con la tradizione e le nuove prospettive etico-filosofiche; l’antropologia filosofica tra etica, scienza e filosofia; la bioetica, come questione epistemologica. Ha fondato e dirige la rivista «S&F_scienzaefilosofia.it». / [English]: Paolo Amodio is Full Professor of Moral Philosophy at the University of Naples Federico II. His research activity focuses on various areas: philosophical and ethical-political thought in eighteenth-century Naples in relation to the European intellectual world; the history of libertinism, explored in its anthropological-philosophical implications; the new Jewish thought in relation to tradition and recent ethical-philosophical perspectives; philosophical anthropology at the crossroads ethics, science and philosophy; and bioethics as an epistemological question. He is the founder and editor-in-chief of the journal “S&F_scienzaefilosofia.it”. [Italiano]: Alessandra Scotti è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. È stata docente a contratto di Bioetica, Postdoctoral Research Fellow presso il CAS - SEE di Rijeka e borsista di ricerca presso l’IISF di Napoli. Si occupa di filosofia francese contemporanea e di questioni di antropologia filosofica tra scienza e vita. Fra le sue pubblicazioni: Il mondo del silenzio. Natura e vita in Maurice Merleau-Ponty (ETS, 2015) e la traduzione e curatela della riedizione italiana del volume di M. Merleau-Ponty, La struttura del comportamento (Mimesis, 2019). / [English]: Alessandra Scotti is Research Fellow at the University of Naples Federico II. Previously she was Research Fellow at the Istituto Italiano per gli Studi Filosofici and the Center for Advanced Studies - South East Europe of the University of Rijeka. She is also a member of the editorial board of the journals “S&F_scienzaefilosofia.it” and “Chiasmi International”. Her main research interests – reflected by several studies and publications as well as her participation in national and international conferences – are contemporary French philosophy and philosophical anthropology, with a special focus on Merleau-Ponty.
Editors:
EditorsEmail
Amodio, Paolopaamodio@unina.it
Scotti, Alessandraalessandra.scotti@unina.it
Date: 22 February 2023
Number of Pages: 181
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Original publication URL: http://www.fedoabooks.unina.it/index.php/fedoapres...
Nazione dell'editore: Italia
Place of Publication: Napoli
Publisher: FedOA Press - Federico II University
Date: 22 February 2023
Series Name: Fuori Collana
ISBN: 978-88-6887-165-9
Number of Pages: 181
Keywords: Merleau-Ponty, Fenomenologia, Filosofia francese contemporanea, Percezione, Conoscenza incarnata, Merleau-Ponty; Phenomenology; Contemporary French Philosophy; Perception; Embodied Cognition
NBN (National Bibliographic Number): urn:nbn:it:unina-29003
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-FIL/03 - Filosofia morale
Access rights: Open access
Date Deposited: 22 Feb 2023 09:24
Last Modified: 22 Feb 2023 11:17
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/13502
DOI: 10.6093/978-88-6887-165-9

Collection description

[Italiano]: Se “ritornare alle cose stesse” è il motto della fenomenologia, in questo volume ci si propone, a più di 75 anni di distanza dalla svolta operata da Maurice Merleau-Ponty nel suo Fenomenologia della percezione, di ritornare alla percezione. Per la prima volta, in quel testo, la fenomenologia scopriva la percezione, che è in primo luogo percezione corporea. Da allora la filosofia non ha smesso di interrogarne il significato, non solo nei vari domini filosofici (nella teoria della conoscenza, nell’estetica e persino nella morale), ma anche, e sempre di più, in un’ottica multidisciplinare che lega il problema della percezione a questioni antropologiche e di geografia umana (il tema della situazionalità nello spazio), di psicologia cognitiva (lo schema corporeo e la percezione del mondo esterno), o di semiotica (la percezione come mezzo espressivo). Questo volume rappresenta dunque il naturale proseguimento di una riflessione collettiva attorno alla svolta percettiva operata da Merleau-Ponty, e su come quest’ultima accolga su di sé un rinnovato significato sociale, un nuovo valore epistemologico e culturale che spinge ancora una volta a porci la seguente domanda: che ne è della percezione oggi? / [English]: If “back to the things themselves” is the motto of phenomenology, this volume aims to return to perception, over 75 years after Maurice Merleau-Ponty's Phenomenology of Perception. In this book, phenomenology discovered perception for the first time, primarily understood as bodily perception. Since then, philosophy has never ceased investigating its meaning, not only in the various philosophical domains (epistemology, aesthetics and even moral theory), but also – and increasingly – from a multidisciplinary perspective that links the problem of perception to questions pertaining to anthropology and human geography (the topic of situationality in space), cognitive psychology (the body schema and the perception of the external world), and semiotics (perception as a means of expression). This volume, therefore, presents the natural continuation of a collective reflection on the perceptive turn made by Merleau-Ponty, and on how this takes on a new social meaning, a new epistemological and cultural value that prompts us once again to ask the following question: what about perception today?

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item