Vannelli, Giovangiuseppe (2022) Contro il rischio della ricostruzione post-sisma. Time-based design per i paesaggi interni e marginali italiani: processi digitali informativi e sistemi off-site in acciaio sagomato a freddo | Against the risk of post-earthquake reconstruction. Time-based design for inner and marginal Italian landscapes: Digital information processes and off-site systems in Cold-Formed Steel. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Vannelli_Giovangiuseppe_34.pdf

Download (43MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Resource language: Italiano
Title: Contro il rischio della ricostruzione post-sisma. Time-based design per i paesaggi interni e marginali italiani: processi digitali informativi e sistemi off-site in acciaio sagomato a freddo | Against the risk of post-earthquake reconstruction. Time-based design for inner and marginal Italian landscapes: Digital information processes and off-site systems in Cold-Formed Steel
Creators:
CreatorsEmail
Vannelli, Giovangiuseppegiovangiuseppevannelli@gmail.com
Date: 12 March 2022
Number of Pages: 356
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Architettura
Dottorato: Architettura
Ciclo di dottorato: 34
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Mangone, FabioUNSPECIFIED
Tutor:
nomeemail
D'Agostino, AngelaUNSPECIFIED
Rossi-Schwarzenbeck, MonicaUNSPECIFIED
Russo Ermolli, SergioUNSPECIFIED
Date: 12 March 2022
Number of Pages: 356
Keywords: post-sisma; post-disastro; aree interne; paesaggi a rischio; architettura emergenziale; progetto aperto; progetto incrementale; temporaneità; digitale; Cold-Formed Steel; customizzazione; prototipo; open-source
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/12 - Tecnologia dell'architettura
Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/14 - Composizione architettonica e urbana
Date Deposited: 16 Mar 2022 12:56
Last Modified: 28 Feb 2024 11:09
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/14420

Collection description

La tesi è l’esito di una ricerca transdisciplinare a caratterizzazione industriale condotta presso il Dottorato in Architettura dell’Università degli Studi di Napoli ‘Federico II’ in collaborazione con la Hochschule für Technik, Wirtschaft und Kultur Leipzig e l’azienda partner Irondom srl. A partire dai tre elementi portanti del progetto di ricerca finanziato - processi digitali informativi, Cold-Formed Steel e housing - la ricerca è stata strutturata secondo un approccio abduttivo individuando nelle residenze temporanee post-sisma il campo di indagine per la tesi. A questo scopo, il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale è divenuto un interlocutore fondamentale per la ricerca. Dunque, oltre ad un contesto tematico - il progetto delle residenze temporanee post-emergenza - se ne è assunto anche uno geografico riferito ai paesaggi interni e marginali d’Italia che negli ultimi anni sono stati ripetutamente colpiti da disastrosi fenomeni sismici. A valle della definizione di uno stato dell'arte disarticolato in relazione ai tre elementi sopracitati e declinato in relazione al contesto tematico individuato, la ricerca propone e sperimenta un approccio progettuale capace di informare strategie e soluzioni tese a rispondere all’emergenza abitativa post-sisma e a prevenire il "rischio della ricostruzione", proposto quale cascading risk che affligge interi paesaggi alterati e deprivati di valori e caratteri. In questo senso, la tesi propone un questionamento circa la nozione di “temporaneo” generalmente attribuita agli interventi realizzati durante la seconda emergenza e afferma che la settoriale gestione dell’emergenza - prima emergenza, seconda emergenza e ricostruzione - è da riconsiderare a vantaggio di azioni progettuali che favoriscano molteplici interconnessioni. Si è avanzata dunque una proposta che attiene ad un piano metodologico - con un carattere di trasferibilità in altri ambiti di ricerca progettuale dipendente dal parametro tempo - alla quale è corrisposta una fase di ricerca sperimentale. Con l’obiettivo di definire un approccio al progetto delle architetture transitorie post-disastro, si è proposto un “montaggio” di riferimenti teorici entro cui il progetto per le strutture temporanee si ritiene possa esser posizionato nel tentativo di minimizzare il rischio della ricostruzione. “Un progetto processuale a temporalità variabile aperto, open-source e minore” è dunque proposto al fine di mettere in forma un time-based design che si faccia dispositivo di interpretazione delle mutevoli istanze cui sono soggette le architetture emergenziali in relazione al parametro tempo. In relazione a ciò, avvalendosi del progetto come strumento di ricerca, sono stati elaborati un prototipo open-source di residenze transitorie e, per il caso dimostratore del comune di Sant’Eusanio Forconese (AQ), scenari progettuali esemplificativi. Entrambe le sperimentazioni, esplicitando la proposta di un “deposito in-sito”, sono state condotte allo scopo di dimostrare alcuni dei vantaggi dell’applicazione dei processi digitali informativi e dell’impiego del Cold-Formed Steel nel progetto delle residenze transitorie post-emergenza.

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item