Mariniello, Cristiano (2008) Una procedura meccanica nella valutazione della vulnerabilità sismica di edifici in c.a. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
Mariniello_Ingegneria_dei_Materiali_e_delle_Strutture.pdf

Download (3MB) | Preview
Item Type: Tesi di dottorato
Uncontrolled Keywords: Capacità; Fragilità; Sismica
Date Deposited: 23 May 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:28
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/1907

Abstract

L’argomento trattato nel presente volume riguarda la valutazione della vulnerabilità sismica di classi di edifici in c.a. esistenti. La problematica legata a tale tipologia di costruzioni, che rappresenta la maggior parte del patrimonio edilizio presente sul territorio italiano, è senza dubbio attuale ed allo stesso tempo ha assunto una notevole importanza sia da parte della comunità scientifica che dalle pubbliche amministrazioni. Gli edifici esistenti sono caratterizzati da problemi riguardanti fenomeni di degrado e vetustà oltre ad essere stati progettati secondo norme, pratiche progettuali e concezioni ingegneristiche strutturali molto distanti da quelle che vengono intese ed accettate odiernamente. A seguito di un evento sismico risulta quindi importante conoscere il livello di sicurezza di queste strutture sia per effettuare degli studi di scenario, individuando gli edifici più a rischio sul territorio e pianificarne gli interventi utili al ripristino della sicurezza, e sia per indirizzare i primi soccorsi post evento sismico verso le aree più vulnerabili. Queste eventualità trovano una motivazione ancora più forte soprattutto alla luce della nuova riclassificazione sismica del territorio nazionale che a quella delle attuali normative antisismiche approvate. La valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti in c.a. viene proposta in questa ricerca attraverso l’implementazione di un metodo di tipo meccanico che fornisce le curve di fragilità sismica per classi e aggregati urbani di edifici esistenti. In particolare lo studio è stato diviso in cinque capitoli. Nel primo capitolo viene trattata la problematica degli edifici esistenti individuando le principali fonti di vulnerabilità cui possono essere soggetti. Nel secondo capitolo si presenta il metodo proposto per la valutazione della vulnerabilità di aggregati urbani, illustrando anche la procedura implementata in un software di calcolo automatico. Nel terzo capitolo vengono trattate ed analizzate le fonti di variabilità della vulnerabilità sismica considerando un singolo edificio, mentre nel quarto si mostra il comportamento di classi di edifici illustrando delle formulazioni semplificate per il calcolo diretto dei principali parametri di capacità sismica. Infine nel quinto ed ultimo capitolo si passa alla valutazione delle curve di fragilità mostrando anche un metodo approssimato funzione dei soli parametri di classe e di geometria globale delle costruzioni.

Actions (login required)

View Item View Item