Capone, Vincenza (2008) L’efficacia comunicativa nella professione medica ospedaliera: un contributo alla definizione di nuovi strumenti nell’ottica socio-cognitiva. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img] PDF
Capone_Scienze_Psicologiche.pdf
Visibile a [TBR] Repository staff only

Download (1MB)
Item Type: Tesi di dottorato
Date Deposited: 29 Jul 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:29
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/2103

Abstract

Questo lavoro si propone di indagare le convinzioni di efficacia percepita personale e collettiva tra i medici ospedalieri campani con riferimento alla comunicazione. Il lavoro di ricerca si compone di due studi complementari, che contribuiscono nel loro insieme ad approfondire il tema di interesse. In un primo momento si è proceduto ad uno studio preliminare-esplorativo, con una metodologia qualitativa, sulla comunicazione con il paziente dei medici ospedalieri campani, utile per ottenere maggiori informazioni sul tema e indicazioni utili alla scelta e alla definizione di strumenti di rilevazione di tipo quantitativo. Successivamente, con una metodologia quantitativa, è stata analizzata l’efficacia comunicativa dei medici, costruendo e validando tre scale per la misurazione dell’autoefficacia comunicativa del medico, delle aspettative di risultato nella messa in atto di una comunicazione efficace da parte del medico e dell’efficacia comunicativa collettiva percepita in ambito ospedaliero. Al di là dello specifico obiettivo metodologico, la ricerca ha inteso indagare anche l’articolazione di tali costrutti tra i medici afferenti a diversi ospedali della Campania, considerando la tipologia della specializzazione e gli anni di svolgimento della professione medica. Il primo capitolo introduttivo, “La comunicazione medico-paziente”, presenta una rassegna degli studi sull’argomento, soffermandosi sulle principali ricerche condotte nel quadro del modello bio-psico-sociale. Il secondo capitolo, “Lavorare in ospedale: aspetti psico-sociali della professione medica”, presenta nella prima parte una rassegna relativa ai temi connessi alla salute degli operatori sanitari, sia in chiave positiva di benessere e soddisfazione professionale, che in chiave negativa di stress e burnout; nella seconda parte invece vengono affrontate l’organizzazione del contesto ospedaliero e la comunicazione pubblica dell’ospedale. Il terzo capitolo, “L’efficacia personale e collettiva”, presenta una rassegna degli studi sull’efficacia personale con particolare riferimento all’autoefficacia in relazione alle scelte professionali, all’occupazione e allo stress, e all’autoefficacia comunicativa, in generale e nelle professioni sanitarie. Viene presentato il costrutto di efficacia collettiva con particolare attenzione alle organizzazioni. Il quarto capitolo, dal titolo “L’efficacia comunicativa del medico in ospedale: uno studio esplorativo”, presenta i risultati dello studio esplorativo volto ad indagare alcune aree specifiche del rapporto M-P, considerando il punto di vista dei medici ospedalieri campani. Per l’analisi dei testi prodotti è stata utilizzata una procedura di analisi del contenuto categoriale (Flick, 1998; Mazzara, 2001) e, per approfondire eventuali differenze dovute alla specializzazione degli intervistati e all’ospedale di afferenza, un’analisi di tipo lessicale. Nel quinto capitolo, “Dalla comunicazione all’efficacia comunicativa”, viene effettuata dapprima una breve rassegna degli strumenti utilizzati per misurare le abilità e le competenze mediche riferite alla comunicazione centrata sul paziente. Per ciascuno strumento vengono indicate le aree di problematicità (teoriche ed empiriche) prese in considerazione e viene presentata la versione definitiva di ciascuna scala. Il sesto e ultimo capitolo, “Lavorare in ospedale una ricerca sulla professione medica ospedaliera”, è interamente dedicato allo studio di tipo quantitativo. Viene presentata la validazione delle scale e vengono discussi i risultati di ricerca conseguiti

Actions (login required)

View Item View Item