L'architettura del teatro nella società dello spettacolo del Novecento

Vasta, Angela (2008) L'architettura del teatro nella società dello spettacolo del Novecento. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
30Mb

Abstract

La tesi esposta affronta il tema dell’architettura del teatro indagandone lo sviluppo che essa ha avuto all’inizio del Novecento, prevalentemente in area tedesca, nell’ambito dei movimenti di avanguardia teatrale ed artistica, in concomitanza con il delinearsi della fisionomia di quella che Gay Debord definirà negli anni ’60 “Società dello Spettacolo”, denunciandone la tendenza ad una mercificazione globale. In particolare la riduzione del teatro a prodotto di consumo, soggetto quindi alle mutevoli e contrastanti esigenze di mercato, viene accelerata dalla perdita del carattere di necessità come istituzione culturale, che esso subisce nel Novecento, essendo soppiantato da forme di spettacolo proprie della nuova epoca e dotate di una portata di comunicazione mediatica, quali il cinema e soprattutto la televisione. A ciò si deve la mancanza di un procedimento di definizione del tipo teatrale, analogo a quelli dei secoli precedenti, verificatisi traducendo le implicazioni spaziali dovute alle drammaturgie, alle concezioni sceniche, alla struttura sociale del pubblico e al rapporto del tipo architettonico con la morfologia urbana. Lo studio compiuto in questa sede ha rintracciato e seguito un filone di ricerca progettuale ramificato in posizioni differenti, accomunate però dal tentativo di definire un tipo teatrale sostitutivo di quello all’italiana, che si ritiene inappropriato sia rispetto alla capacità di preservare un ruolo al teatro nella società moderna, essendo percepito come labile il legame tra i due termini, sia rispetto alle nuove drammaturgie e alle ricadute che esse comportano non solo sullo spazio scenico, ma anche sull’intero edificio teatrale. La radicale rivoluzione estetica operata dal teatro di regia a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento, ridefinisce, infatti, la messa in scena come creazione unitaria, cui collaborano armonicamente tutte le componenti dello spettacolo, inclusa l’architettura del luogo che lo contiene.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:Architettura, teatro, scena.
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 08 Ingegneria civile e Architettura > ICAR/14 COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA E URBANA
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Cuomo, Alberto
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Cilento, Giuseppe
Stato del full text:Accessibile
Data:01 Dicembre 2008
Numero di pagine:157
Istituzione:Università degli studi di Napoli "Federico II"
Dipartimento o Struttura:DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA E AMBIENTALE "TEORIE E METODOLOGIE"
Tipo di tesi:Dottorato
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:Architettura
Denominazione del dottorato:Progettazione architettonica e urbana
Ciclo di dottorato:XXI
Numero di sistema:3169
Depositato il:10 Novembre 2009 09:21
Ultima modifica:09 Settembre 2010 12:50

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record