Calabrò, Gabriella and Nino, Massimiliano and Lo Conte, Viviana (2006) Tinea incognita: una nuova terapia. In: Giornate di terapia in dermovenereologia, XII riunione, 28-29 gennaio 2006, Catania, Italia.

Il contenuto (Full text) non è disponibile all'interno di questo archivio.
Tipologia del documento: Contributo a Convegno o Workshop (Poster)
Titolo: Tinea incognita: una nuova terapia
Autori:
AutoreEmail
Calabrò, Gabriellagcalabro@unina.it
Nino, Massimiliano[non definito]
Lo Conte, Vivianavivianloconte@hotmail.com
Data: Gennaio 2006
Tipo di data: Pubblicazione
Tipo di evento: Conference
Titolo dell'evento: Giornate di terapia in dermovenereologia, XII riunione
Luogo dell'evento: Catania, Italia
Data dell'evento: 28-29 gennaio 2006
Data: Gennaio 2006
Parole chiave: Tinea incognita, Trichophyton rubrum
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 06 - Scienze mediche > MED/35 - Malattie cutanee e veneree
Depositato il: 04 Mag 2006
Ultima modifica: 30 Apr 2014 19:22
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/327

Abstract

Viene presentato il caso di un uomo di 23 anni, giunto alla nostra osservazione per la comparsa da circa 5 mesi alle regioni periorbitaria e zigomatica destra di una chiazza eritemato-papulosa di 6 centimetri di diametro, leggermente infiltrata alla periferia e scarsamente pruriginosa. Il paziente, alcuni mesi prima, presso un altro centro, era stato sottoposto a biopsia della lesione da cui risultava diagnosi di LED e trattato con idrossiclorochina solfato 200 mg/die per 2 mesi e clobetasolo propionato per via topica con peggioramento delle manifestazioni. Abbiamo eseguito esami micologici: all’ esame microscopico diretto sono state evidenziate ife da dermatofiti, mentre all’esame colturale, eseguito su terreno di Saboraud, si sono sviluppate colonie di Trichophyton rubrum. La terapia con itraconazolo 200 mg/die per 30 giorni e con un imidazolico, applicato 2 volte al giorno, portava a completa risoluzione del quadro clinico. Segnaliamo il caso per sottolineare la necessità di effettuare sempre gli esami micologici nei pazienti con chiazze eritemato-desquamative, al fine di avere una diagnosi certa e quindi prescrivere una terapia mirata.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento