Quaranta, Vincenzo (2008) Sistemi Passivi a Phased Array di Microfoni per Detezione, Identificazione, Localizzazione e Inseguimento di Aeromobili. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img] PDF
Quaranta_Vincenzo.pdf
Visibile a [TBR] Amministratori dell'archivio

Download (26MB)
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Sistemi Passivi a Phased Array di Microfoni per Detezione, Identificazione, Localizzazione e Inseguimento di Aeromobili
Autori:
AutoreEmail
Quaranta, Vincenzov.quaranta@cira.it
Data: 30 Novembre 2008
Numero di pagine: 301
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Ingegneria aerospaziale
Dottorato: Ingegneria aerospaziale, navale e della qualità
Ciclo di dottorato: 20
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Moccia, Antonioantonio.moccia@unina.it
Tutor:
nomeemail
Lecce, Leonardoleonardo@unina.it
Concilio, Antonioa.concilio@cira.it
Data: 30 Novembre 2008
Numero di pagine: 301
Parole chiave: Beamforming, Time Delay of Arrival, firma acustica
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione > ING-IND/04 - Costruzioni e strutture aerospaziali
Depositato il: 13 Nov 2009 13:31
Ultima modifica: 03 Dic 2014 14:11
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/3319

Abstract

L’obiettivo di questo lavoro di tesi è stato studiare l’impiego di metodologie e tecnologie basate sull’analisi dell’emissione acustica dei velivoli, mediante sistemi passivi a phased array di microfoni, per la realizzazione di un sistema innovativo di sorveglianza aeroportuale.Nella prima parte del lavoro è stato affrontato il problema della localizzazione di sorgenti di rumore singole e multiple. Partendo da un’analisi dettagliata dello stato dell’arte, sono state selezionate le tecniche di Time Delay of Arrival (TDOA) e Beamforming. E’ seguita una fase applicativa, riguardante la progettazione teorico/numerica, la realizzazione e la messa a punto di un sistema prototipale per la localizzazione ed il tracking di una o più sorgenti di rumore in movimento. Il sistema sviluppato è stato validato numericamente nel caso di più sorgenti simultanee e sperimentalmente per una singola sorgente nella camera anecoica disponibile al CIRA. In una seconda parte, è stato affrontato il problema della identificazione di una sorgente di rumore in base al riconoscimento della sua firma acustica. Partendo da un’analisi dettagliata dello stato dell’arte, è stata messa a punto una tecnica innovativa basata sulla decomposizione wavelet del segnale di rumore e su un classificatore a reti neurali. Si è proceduto con una fase applicativa, riguardante la progettazione, la realizzazione e la messa a punto di un sistema prototipale per la classificazione di una sorgente di rumore. Il sistema è stato validato sperimentalmente mediante una campagna di misura del rumore emesso da cinque differenti aeromobili (Airbus A320, Boeing B737, Mc Donnel Douglas MD80, Fokker F100, Aerospatiale/Alenia ATR72) nelle fasi di decollo e atterraggio presso l’aeroporto di Capodichino.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento