L’EFFICIENZA DELLE VASCHE DI PRIMA PIOGGIA NELLA RIDUZIONE DELL’IMPATTO SUI CORPI IDRICI RICETTORI

Ranucci, Antonio L’EFFICIENZA DELLE VASCHE DI PRIMA PIOGGIA NELLA RIDUZIONE DELL’IMPATTO SUI CORPI IDRICI RICETTORI. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF (Tesi di Dottorato Antonio Ranucci) - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
17Mb

Abstract

La problematica concernente le acque di prima pioggia (acque meteoriche di dilavamento superficiale, drenate nei primi istanti di un evento piovoso) ha assunto negli ultimi anni una crescente rilevanza, a seguito dell’elevato impatto dello scarico di queste ultime nel corpo idrico ricettore. Al fine di mitigarne i danni conseguenti, si ricorre con sempre maggiore frequenza ad interventi strutturali quali scaricatori di piena e vasche di prima pioggia. Attesi i non consolidati criteri di dimensionamento di tali dispositivi, nel presente lavoro di tesi vengono presentati i risultati di una indagine numerica finalizzata a stimare l’efficienza, in termini qualitativi e quantitativi, di scaricatori di piena accoppiati o meno a vasche di prima pioggia (in linea o fuori linea di transito e di cattura), sia nel caso di sistema di drenaggio misto che separato, al variare della portata di soglia dello scaricatore e del volume specifico della vasca. In particolare, sulla scorta di dati sperimentali di letteratura sui parametri caratterizzanti l’accumulo ed il dilavamento dei Solidi Sospesi Totali, le simulazioni sono condotte con riferimento ad un bacino “tipico” della realtà urbana italiana, a partire delle registrazioni pluviografiche relative a 27 stazioni ricadenti nel territorio della Regione Campania. Il tutto è eseguito con l’ausilio del modello SWMM e di un codice di calcolo, all’uopo compilato in linguaggio Fortran, in grado di simulare il funzionamento di scaricatori e vasche, nelle varie configurazioni impiantistiche analizzate. Le calcolazioni hanno evidenziato, tra l’altro, l’influenza, talvolta non trascurabile, del regime pluviometrico nonché i maggiori rendimenti raggiunti nel caso di sistema accoppiato con una vasca fuori linea di cattura. Alla luce dei risultati ottenuti, vengono, altresì, proposti due diversi approcci semplificati per il calcolo dell’efficienza di un particolare sistema, senza dover ricorrere alle numerose simulazioni in continuo. Il primo consente di determinare il rendimento “medio” di rimozione del carico di solidi sospesi e dei volumi idrici inviati al ricettore, in funzione della sola portata di taglio dello scaricatore o del volume specifico della vasca; attraverso il secondo approccio, invece, si ottengono stime più vicine a quelle ricavate mediante le simulazioni numeriche, tenendo altresì in conto della particolare pluviometria dell’area oggetto di studio.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:Qualità delle acque; Vasche di prima pioggia; Corpo idrico ricettore
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 08 Ingegneria civile e Architettura > ICAR/02 COSTRUZIONI IDRAULICHE E MARITTIME E IDROLOGIA
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Montella, Brunomontella@unina.it
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
De Martino, Giuseppegiudemar@unina.it
Fontana, Nicolafontana@unisannio.it
Stato del full text:Accessibile
Numero di pagine:427
Istituzione:Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Geotecnica ed Ambientale (D.I.G.A.)
Tipo di tesi:Dottorato
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:Scuola di Dottorato in Ingegneria Civile
Denominazione del dottorato:Dottorato in Ingegneria dei sistemi idraulici, di trasporto e territoriali (ISITT)
Ciclo di dottorato:XXI
Numero di sistema:3512
Depositato il:20 Novembre 2009 11:29
Ultima modifica:20 Novembre 2009 11:29

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record