Ligozzi, Maria Teresa (2009) Il divieto dei patti successori nella successione dell'impresa. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img] PDF
ligozzi.pdf
Visibile a [TBR] Repository staff only

Download (1MB)
Item Type: Tesi di dottorato
Language: Italiano
Title: Il divieto dei patti successori nella successione dell'impresa
Creators:
CreatorsEmail
Ligozzi, Maria Teresaterryligozzi@libero.it
Date: 29 November 2009
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Diritto dell'economia
Doctoral School: Scienze giuridico-economiche
PHD name: Diritto dell'economia
PHD cycle: 22
PHD Coordinator:
nameemail
Lucarelli, FrancescoUNSPECIFIED
Tutor:
nameemail
Briganti, ErnestoUNSPECIFIED
Date: 29 November 2009
Uncontrolled Keywords: Patto di famiglia
MIUR S.S.D.: Area 12 - Scienze giuridiche > IUS/01 - Diritto privato
Date Deposited: 06 May 2010 10:17
Last Modified: 10 Nov 2014 15:08
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/3747

Abstract

La deroga introdotta dalla legge 14 febbraio 2006 n. 55 all’art. 458 c.c. si presta ad un’interpretazione assolutamente restrittiva. Aderendo alla ricostruzione della natura giuridica del patto di famiglia, quale convenzione in cui si innestano due distinti momenti attributivi a titolo di liberalità e attribuendo allo stesso un’efficacia immediata, si potrebbe addivenire al risultato di considerare superflua, almeno solo in parte, l’espressa previsione legislativa di deroga al divieto di patto successorio introdotta all’art. 458 c.c., atteso che la nuova fattispecie non sarebbe né un patto successorio istitutivo (in quanto non si istituisce inter vivos alcun erede, né legatario), né dispositivo (poiché non si dispone di una successione futura bensì di diritti attuali). La deroga introdotta dal legislatore del 2006 inerisce soltanto la disattivazione dei meccanismi successori di rinunzia all’azione di riduzione e di dispensa da collazione, di cui all’art. 768 quater, quarto comma e in questi stretti ambiti va interpretata.

Actions (login required)

View Item View Item