Aronica, Alessandro (2009) La missione ESA-Rosetta: obiettivi scientifici e aspetti della missione. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img]
Anteprima
PDF
Aronica.pdf

Download (5MB) | Anteprima
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: La missione ESA-Rosetta: obiettivi scientifici e aspetti della missione
Autori:
AutoreEmail
Aronica, Alessandroaronica@na.astro.it
Data: 30 Novembre 2009
Numero di pagine: 81
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Ingegneria aerospaziale
Scuola di dottorato: Ingegneria industriale
Dottorato: Ingegneria aerospaziale, navale e della qualità
Ciclo di dottorato: 22
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Moccia, Antonioantonio.moccia@unina.it
Tutor:
nomeemail
Colangeli, Luigicolangeli@na.astro.it
Data: 30 Novembre 2009
Numero di pagine: 81
Parole chiave: Missione Rosetta - Esperimento GIADA - Comete
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 02 - Scienze fisiche > FIS/05 - Astronomia e astrofisica
Depositato il: 19 Mag 2010 14:12
Ultima modifica: 30 Apr 2014 19:38
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/3824
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/3824

Abstract

GIADA (Grain Impact Analyser and Dust Accumulator) è lo strumento italiano integrato a bordo della sonda Rosetta ed è dedicato allo studio dei flussi di polveri emesse dal nucleo della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko durante la sua fase di avvicinamento al Sole e alla misura delle caratteristiche fisiche e morfologiche dei singoli grani di polvere (quantità di moto, velocità, massa e dimensioni). L’obiettivo principale della Tesi di Dottorato è stato quello di studiare il comportamento dello strumento GIADA in volo durante la fase di crociera di Rosetta e in varie condizioni operative. L’attività di ricerca, dunque, è stata finalizzata allo sviluppo e alla preparazione delle operazioni preliminari ai test periodici in volo, all’elaborazione e all’analisi critica dei dati relativi ai medesimi test e alla catalogazione ed archiviazione dei dati già analizzati seguendo i format e le codifiche standard dell’ESA. Le metodologie sviluppate sono state di tipo sperimentale e numerico.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento