MATERIALI ORGANICI E/O METALLORGANICI PER L’ELETTRONICA E PER L’OPTOELETTRONICA

Diana, Rosita (2009) MATERIALI ORGANICI E/O METALLORGANICI PER L’ELETTRONICA E PER L’OPTOELETTRONICA. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]PDF - Solo per gli Amministratori dell'archivio - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
4Mb

Abstract

Nella presente tesi di dottorato sono state progettate e alla sintezzate molecole organiche con funzioni adatte ad essere inserite in catene polimeriche, per la realizzazione di materiali utili nel campo dell’elettronica e dell’optoelettronica. Nell’ambito dei materiali fotoluminescenti per applicazioni in optoelettronica, sono state progettate e sintetizzare strutture molecolari, fortemente luminescenti, capaci di emettere uno dei tre colori primari, ossia molecole in grado di emettere luce di colore blu, molecole in grado di emettere il verde ed molecole in grado di emettere il rosso. Poichè lo scopo ultimo era quello di ottenere un copolimero in grado di emettere luce bianca poiché contenente nel sua struttura le differenti unità luminescenti. Il cromoforo blu ed il cromoforo verde luminescente sono stati utilizzati per la sintesi di poliammidi per reazione di policondensazione con dicloruri acilici alifatici a otto e dodici atomi di carbonio, nelle quali l’unità attiva è intervallata con un blocco non attivo. I copolimeri contenenti le unità blu sono emettitori blu ad elevata intensità con valori di resa quantica del 60% circa. Il polimero contenete l’unità verde, invece, presenta un’importante caratteristica ottica: la capacità di emettere luce di colore rosso allo stato solido. Infine, utilizzando le differenti unità emettritrici, funzionalizzate con un gruppo acrilico, insieme al 2-(9H-carbazol-9-il)etil acrilato, è stato ottenuto un copolimero bianco emettitore che può essere utilizzato come unico materiale per la fabbricazione e la caratterizzazione di dispositivi white OLED. Nell’ambito dei materiale con proprietà ottiche non lineari del II ordine (NLO), sono state progettate e sintetizzate differenti strutture molecolari ad elevata attività contenenti come eterociclo il tiofene ed il cloro-tiazolo. Il cromoforo contenete il tiofene è stato utilizzato per le sintesi di film reticolati che presentano un valore del coefficiente d33 di 11 pm/V, i film, inoltre, presentano un’elevata stabilità temporale dell’orientamento dipolare, ossia conservano nel tempo l’attività non lineare acquisita con una perdita di attività non rilevabile entro l’errore sperimentale.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:fotoluminescenza, oligomeri, relazione struttura/proprietà, poliammidi, cromofori tiofenici, NLO, materiali reticolati.
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 03 Scienze chimiche > CHIM/03 CHIMICA GENERALE E INORGANICA
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Vitagliano, Aldoaldo.vitagliano@unina.it
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Roviello, Antonioantonio.roviello@unina.it
Stato del full text:Inedito
Data:2009
Numero di pagine:222
Istituzione:Università degli Studi di Napoli "Federico II"
Dipartimento o Struttura:Dipartimento di Chimica "Paolo Corradini"
Tipo di tesi:Dottorato
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:Scienze Chimiche
Denominazione del dottorato:Catalisi e Chimica Macrolecolare
Ciclo di dottorato:XXII
Numero di sistema:4084
Depositato il:03 Agosto 2010 16:31
Ultima modifica:03 Agosto 2010 16:31

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record