Progettazione, sintesi e studi conformazionali di peptidi attivi sul sistema urochinasi

Marcozzi, Cristina (2009) Progettazione, sintesi e studi conformazionali di peptidi attivi sul sistema urochinasi. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
9Mb

Abstract

L’Urochinasi (uPA) è una proteasi a serina coinvolta in alcuni processi di degradazione e di idrolisi sia in condizioni fisiologiche che patologiche. Esiste una forte correlazione tra l’invasività di alcune forme tumorali ed il livello di espressione di proteasi. Molti tumori umani presentano una incrementata espressione di urochinasi e del suo recettore (uPAR) che è correlata con un aumento dell’invasività del tumore. L’uPA, legandosi al proprio recettore, innesca una interazione ligando dipendente tra l’ uPAR e l’integrina v5, in questo modo può promuovere riarrangiamenti nel citoscheletro e modulare la direzione della migrazione cellulare. L’uPA interagisce con l’integrina v5 anche in maniera diretta attraverso il dominio interno CP (Connecting Peptide). L’attività di ricerca è stata incentrata sulla sintesi di polipeptidi correlati con l’urochinasi, al fine di valutare l’attività migratoria indotta su cellule umane embrionali di rene (HEK-293). Le sequenze aminoacidiche dei peptidi sintetizzati, sono derivate dal dominio CP dell’urochinasi umana: in particolare sono stati sintetizzati il polipeptide CPp, corrispondente alla sequenza del CP dell’urochinasi umana, e alcuni derivati di quest’ultimo progettati al fine di definire la minima sequenza attiva. E’ stata inoltre presa in considerazione l’importanza del residuo amminoacidico Ser138 che, assieme al residuo di Ser303 dell’uPA, può essere sottoposto a fosforilazione. Tale modifica post-traduzionale non altera l’affinità per il recettore, ma modifica la risposta biologica producendo inibizione della migrazione cellulare. Sono stati quindi sintetizzati peptidi caratterizzati dalla sostituzione puntiforme del residuo di Ser138, con residui amminoacidici a catena laterale con carica negativa, al fine di valutare l’attività inibitoria della migrazione, nonché l’importanza della carica negativa per la strutturazione del peptide. Il lavoro di sintesi è stato effettuato utilizzando la strategia sintetica in fase solida secondo la classica strategia via-Fmoc. Alla sintesi è seguita la relativa purificazione dei prodotti, tramite RP-HPLC preparativo con caratterizzazione mediante RP-HPLC analitico e spettrometria di massa ESI o MALDI. Sui composti più interessanti da un punto di vista farmacologico, è stata effettuata l’analisi conformazionale mediante tecniche CD ed NMR.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:Urochinasi
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 03 Scienze chimiche > CHIM/08 CHIMICA FARMACEUTICA
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
D'AURIA, MARIA VALERIAmadauria@unina.it
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Grieco, Paolopagrieco@unina.it
Stato del full text:Accessibile
Data:30 Novembre 2009
Numero di pagine:120
Istituzione:Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:CHIMICA FARMACEUTICA E TOSSICOLOGICA
Tipo di tesi:Dottorato
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:SCIENZA DEL FARMACO
Denominazione del dottorato:SCIENZA DEL FARMACO
Ciclo di dottorato:XXII
Numero di sistema:4285
Depositato il:28 Luglio 2010 13:46
Ultima modifica:27 Giugno 2012 12:33

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record