Di Tizio, Antonio (2006) L’architettura romanica nel territorio dauno lungo la via peregrinorum. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
Dottorato_Di_Tizio.pdf

Download (291kB) | Preview

Abstract

L'esaltazione di un linguaggio architettonico sviluppatosi nell'arco di secoli, molto legato al territorio e da esso plasmato, è dovuto anche alla conoscenza di opere “minori” quali la chiesa di Santa Maria Maggiore di Siponto e San Leonardo di Siponto, opere emblematiche del romanico pugliese e della sua interpretazione da parte del popolo dauno. Tutte le scelte operative effettuate sono derivate da attente valutazioni sulla morfologia del monumento e si sono fondate sul principio secondo il quale il rilievo del patrimonio architettonico ed ambientale è considerato non solo la base preliminare ad ogni intervento di tutela e di trasformazione di qualsiasi opera di architettura, ma anche una esperienza altamente formativa per chiunque operi nell'ambito della conoscenza e tutela dei beni culturali. I casi analizzati sono esemplificativi di un linguaggio, diffuso in tutta Europa ed in Puglia in particolare, che sia in San Leonardo che in Santa Maria trova una interpretazione fortemente caratterizzata dalla cultura e dalle conoscenze tecniche del popolo dauno.

Item Type: Tesi di dottorato
Uncontrolled Keywords: Cupola, Daunia, Romanico
Depositing User: Users 112 not found.
Date Deposited: 30 Jul 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:23
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/558

Actions (login required)

View Item View Item