Vitiello, Marco (2006) Ultrashort pulsed laser ablation of solid targets. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
Vitiello.pdf

Download (3MB) | Preview
Item Type: Tesi di dottorato
Language: English
Title: Ultrashort pulsed laser ablation of solid targets
Creators:
CreatorsEmail
Vitiello, MarcoUNSPECIFIED
Date: 2006
Date Type: Publication
Number of Pages: 95
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Scienze fisiche
PHD name: Fisica fondamentale ed applicata
PHD cycle: 18
PHD Coordinator:
nameemail
Tagliacozzo, ArturoUNSPECIFIED
Tutor:
nameemail
Amoruso, SalvatoreUNSPECIFIED
Date: 2006
Number of Pages: 95
Uncontrolled Keywords: Laser ablation, Ultrashort pulses, Synthesis of nanoparticles
MIUR S.S.D.: Area 02 - Scienze fisiche > FIS/01 - Fisica sperimentale
Date Deposited: 01 Aug 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:23
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/586

Abstract

La tesi è stata rivolta alla caratterizzazione del processo di ablazione laser con impulsi ultracorti da bersagli solidi, in alto vuoto. Le motivazioni di fondo di tale ricerca sono state essenzialmente due. La prima, la carenza di studi organici che enucleassero la complessa varietà di fenomeni generati dall’interazione laser-materia nel regime di impulsi ultracorti; la seconda, l’estremo interesse da un punto di vista tecnologico verso lo studio degli effetti sul solido dell’irraggiamento laser in tale regime, per applicazioni di micro e nano-lavorazione di materiali. Gli studi realizzati hanno permesso di evidenziare per la prima volta la presenza di nanoparticelle nel plasma ablato, come conseguenza dell’interazione laser-solido nel regime di impulsi ultracorti (durata degli impulsi laser inferiore a qualche ps). Particolare interesse è stato quindi rivolto allo studio delle proprietà morfologiche delle nanoparticelle e dei loro meccanismi di formazione. Nel corso degli studi, si è evidenziata l’assoluta generalità del processo di produzione di nanoparticelle indipendentemente dal materiale utilizzato come bersaglio e dalle proprietà della radiazione laser incidente (durata, lunghezza d’onda, fluenza laser), nonché la sua versatilità rispetto ad altre tecniche di produzione di nanoparticelle. Le tecniche sperimentali adottate hanno permesso tanto la caratterizzazione della piuma ablata (Spettroscopia ottica in emissione, Langmuir Probe, Fotografia ad alta risoluzione temporale) che dei depositi di nanoparticelle realizzati (Microscopia a forza atomica). Diversi modelli teorici sono stati adottati per interpretare i risultati sperimentali. In particolare, sono state implementate simulazioni di Dinamica Molecolare e tecniche MonteCarlo. I risultati numerici ben riproducono i dati sperimentali e contribuiscono alla comprensione dei fondamentali meccanismi di interazione laser solido nel regime di impulsi ultracorti. Sia i dati sperimentali che quelli numerici hanno rivelato che la produzione di nanoparticelle è direttamente connessa con i meccanismi di rilassamento dalle estreme condizioni di non equilibrio cui il materiale irraggiato è portato a seguito dell’assorbimento della radiazione laser.

Actions (login required)

View Item View Item