Incontro di civiltà: la Islamwissenschaft di Carl Heinrich Becker

Morrone, Giovanni (2006) Incontro di civiltà: la Islamwissenschaft di Carl Heinrich Becker. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]PDF - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
1779Kb

Abstract

Questa ricerca prende in considerazione lo sviluppo della riflessione storica di Carl Heinrich Becker (1876-1933), la definizione del suo personale approccio all'Islam sullo sfondo degli svolgimenti dell'islamistica tedesca del primo Novecento e di alcune figure rilevanti del pensiero storico tedesco. Le quattro parti in cui il seguente lavoro è diviso, pur isolando aspetti specifici della problematica beckeriana, configurano una connessione relativamente omogenea anche dal punto di vista cronologico. E la connessione domina anche fra i due momenti fondamentali della biografia intellettuale di Becker, quello del Kulturpolitiker e quello dell'islamista; se non lo si riconosce si fa un torto alla poliedrica figura di questo studioso e alla sua complessa personalità dominata fin dagli esordi scientifici dall'idea regolativa della Bildung. La prima parte verte sul problema dello sviluppo storico religioso, che viene esaminato a partire dal saggio beckeriano Christentum und Islam (1907) e in riferimento ad alcuni aspetti dell'opera di Julius Wellhausen e di Ernst Troeltsch. La seconda illustra l'evoluzione della storiografia beckeriana sullo sfondo della lotta per l'affermazione di una Kulturgeschichte islamica che si svolse nell'ambito dell'orientalistica tedesca d'inizio secolo. In essa si prende inoltre, in esame la produzione beckeriana relativa all'Africa coloniale (1908-1916) e la complessa questione dei rapporti fra orientalistica e imperialismo. Nella terza parte si prendono in considerazione gli studi beckeriani di storia economica islamica e si tenta di ricostruire la posizione complessiva di Max Weber sull’Islam, attraverso l’analisi delle sezioni relative di Economia e Società, allo scopo di evidenziare i rapporti e le differenze con l’impostazione di Becker. Nell'ultima parte viene proposta in primo luogo, una sintesi della produzione kulturpolitisch beckeriana sullo sfondo della sua attività politica e della crisi culturale del dopoguerra tedesco. In secondo luogo si prende in esame l'ultima fase della riflessione storiografica di Becker, le sue discussioni con Troeltsch sulla costruzione della Kulturgeschichte europea, le sue osservazioni sulla "cultura magica" di Spengler e infine, la progressiva involuzione della sua originaria prospettiva storico culturale.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:Becker, Islam, Orientalistica
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 11 Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Cacciatore, Giuseppe
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Massimilla, Edoardo
Stato del full text:Accessibile
Data:2006
Numero di pagine:336
Istituzione:Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Filosofia
Tipo di tesi:Dottorato
Stato dell'Eprint:Inedito
Denominazione del dottorato:Cultura Storico-Giuridica ed Architettonica in Età Moderna e Contemporanea nell’Area Mediterranea
Ciclo di dottorato:XVII
Numero di sistema:666
Depositato il:30 Luglio 2008
Ultima modifica:04 Febbraio 2009 09:39

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record