Iaccio, Immacolata (2006) Sistemi di post-trattamento dei gas di scarico dei motori diesel. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
TESI_DOTTORATO_IACCIO_IMMA.pdf

Download (2MB) | Preview
Item Type: Tesi di dottorato
Uncontrolled Keywords: Particolato, Dispositivi after-market.
Date Deposited: 01 Aug 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:23
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/741

Abstract

Le centraline di monitoraggio dell’inquinamento disposte in alcuni punti delle grandi città rilevano spesso concentrazioni di polveri sottili (particolato) superiori ai limiti, il che costringe le autorità a prendere provvedimenti per limitare la circolazione delle auto private. Il maggiore responsabile della presenza di tale inquinante è il motore diesel e anche se c’è stato negli ultimi anni un grande impulso alla ricerca di soluzioni tecniche per ridurre gli ossidi di azoto e il particolato emessi da tali motori, le polveri sottili continuano ad aumentare. L’età media del parco circolante di bus e camion è di circa 14 anni e per motivi economici è difficile ridurla. Pertanto una soluzione al contenimento delle emissioni è l’installazione di dispositivi after market in grado di ridurre l’emissione di particolato dei motori di vecchia generazione. Per after market s’intende qualunque dispositivo, combustibile o additivo, che applicati o introdotti al motore portano ad una riduzione delle emissioni inquinanti in particolare il particolato e gli ossidi di azoto. La ricerca svolta su alcuni dispositivi after market per la riduzione del particolato e si è divisa in due fasi: sperimentazione in sala prova e sperimentazione su strada. In sala prova si è svolta su un motore FIAT IVECO 8360 46B 6 cilindri 7,8 litri sovralimentato rispondente ai requisiti EURO 2, motore rappresentativo del parco circolante di autobus sia per tipo di motore che per quanto riguarda le ore di moto accumulate. Su tale motore si sono realizzate prove al banco in condizioni stazionarie: 13 modi ESC (European Steady State Cycle) secondo la direttiva 1999/96/CE e realizzato un protocollo di prova per dispositivi after market. Nella seconda fase della ricerca, si è realizzato una sperimentazione su strada, per verificare se questi dispositivi installati separatamente su alcuni autobus che svolgevano normale esercizio di linea in tre diverse città, avessero un effetto di riduzione delle emissioni inquinanti e dei consumi di carburante.

Actions (login required)

View Item View Item