Mariniello, Laura Grazia (2010) L'evoluzione nell'architettura contemporanea del rapporto natura - ambiente: tecnologie innovative e sostenibilità. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img] PDF
mariniello_lauragrazia_23.pdf
Visibile a [TBR] Amministratori dell'archivio

Download (101MB)
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: L'evoluzione nell'architettura contemporanea del rapporto natura - ambiente: tecnologie innovative e sostenibilità
Autori:
AutoreEmail
Mariniello, Laura Grazialaura_mariniello@libero.it
Data: 29 Novembre 2010
Numero di pagine: 232
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Progettazione architettonica e ambientale: teorie e metodologie e operative
Scuola di dottorato: Architettura
Dottorato: Progettazione architettonica e tecnologie innovative per la sostenibilità ambientale
Ciclo di dottorato: 23
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Scarano, Rolandoscarano@unina.it
Tutor:
nomeemail
Scarano, Rolandoscarano@unina.it
Data: 29 Novembre 2010
Numero di pagine: 232
Parole chiave: architettura, tecnologie, sostenibilità
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/14 - Composizione architettonica e urbana
Depositato il: 02 Dic 2010 08:36
Ultima modifica: 30 Apr 2014 19:44
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/8038

Abstract

La tesi è volta alla dimostrazione di come l’architettura contemporanea, facendosi carico delle tematiche ambientali dello sviluppo sostenibile, sia riuscita a rinnovare se stessa, ristabilendo un rapporto armonico con la natura (ambiente naturale) e, allo stesso tempo, producendo un nuovo linguaggio architettonico, in cui l’ambiente naturale torna ad essere il soggetto principale ed in cui si introducono nuove regole, da cui non si può più prescindere e da cui prende forma una nuova morfologia come parte di un sistema più complesso (di cui, ora, anche il tipo è parte). Tutto ciò interviene nel progetto stesso, lo condiziona, lo piega entro nuove strade e, insieme, così facendo, riprende antiche strade, antiche tradizioni per guardarle in modo nuovo: prende forma un Nuovo Moderno, da cui emerge un Nuovo Funzionalismo, che ribalta i canoni ed i paradigmi spazio-temporali della tradizione ed in cui è l’ambiente naturale ad essere il nuovo protagonista ovvero la nuova funzione. Ragionando in termini compositivi, si arriva a dimostrare che questo nuovo Moderno, in cui l’ambiente diventa il processo di questa nuova architettura, che, a sua volta, si sviluppa ancora per flussi, produce un nuovo linguaggio, che, perciò, ha una propria estetica. A dimostrazione di questa tesi sono state selezionate alcune opere di due architetti di importanza mondiale: Stefan Behnisch (Behnisch Architekten) e Richard Rogers (RSHP – Rogers Stirk Harbour + Partner). Inoltre lo studio è stato differenziato in base alla scala architettonica, ricercando le innovazioni tecnologiche e linguistiche alla scala dell’edificio ed alla scala urbana. Le architetture di Behnisch sono state selezionate ed analizzate come soluzioni progettuali alla scala dell’edificio, mentre le architetture di Rogers alla scala urbana. In entrambi i casi sono state elaborate delle schede descrittive ed analitiche dei casi studio selezionati. In particolare per quanto riguarda Richard Rogers, come approfondimento e maggiore comprensione della pratica e della filosofia progettuale, è stato personalmente intervistato Paul Stelmaszcyk, capo della comunicazione dello studio RSHP (cfr. capitolo 5, § 6), ed è stato svolto un sopralluogo del Greenwich Millennium Village (cfr. capitolo 5, Appendice “B” – Schede tecniche dei casi studio. Strategie e soluzioni di progettazione urbana sostenibile).

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento