Cirillo, Alessandro (2010) Differenti fenotipi di pazienti con ipersensibilità al veleno di imenotteri. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img] PDF
Cirillo_Alessandro_23.pdf
Visibile a [TBR] Amministratori dell'archivio

Download (251kB)
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Differenti fenotipi di pazienti con ipersensibilità al veleno di imenotteri
Autori:
AutoreEmail
Cirillo, Alessandroalexmid@alice.it
Data: 29 Novembre 2010
Numero di pagine: 16
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Medicina clinica e scienze cardiovascolari e immunologiche
Scuola di dottorato: Medicina clinica e sperimentale
Dottorato: Fisiopatologia clinica e medicina sperimentale
Ciclo di dottorato: 23
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Marone, Gianni[non definito]
Tutor:
nomeemail
Triggiani, Massimo[non definito]
Data: 29 Novembre 2010
Numero di pagine: 16
Parole chiave: imenotteri; asma
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 06 - Scienze mediche > MED/09 - Medicina interna
Depositato il: 11 Feb 2011 09:46
Ultima modifica: 30 Apr 2014 19:44
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/8075

Abstract

Lo scopo del nostro studio è stato quello di ricercare le caratteristiche discriminanti responsabili delle differenti manifestazioni cliniche di tipo sistemico dopo puntura di imenotteri. In particolare i meccanismi responsabili dell’insorgenza di asma bronchiale ed eventualmente identificarne differenti fenotipi. Per tale motivo abbiamo condotto uno studio clinico attualmente corso presso l’Unità Operativa di Allergologia ed Immunologia Clinica dell’A.O. Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta su 45 pazienti con anamnesi di reazione avversa di tipo sistemico dopo puntura di imenottero. A tali pazienti venivano praticati: prick test cutanei serie inalanti, prick-test ed intradermoreazioni con veleno di imenotteri, dosaggio IgE specifiche per veleno di imenotteri, esame spirometrico basale e con test di bronco-provocazione con metacolina, espettorato indotto per valutare la cellularità presente nella mucosa bronchiale dei pazienti. I risultati dello studio hanno mostrato un aumento della quota mastocitaria nel gruppo di pazienti con sintomatologia “respiratoria” rispetto al gruppo che aveva presentato una sintomatologia “non respiratoria”. Questi dati sembrerebbero evidenziare un differente pattern cellulare della mucosa bronchiale, con caratteristiche leggermente differenti che potrebbero spiegare la differente espressività clinica di questi pazienti. D’obbligo è senza dubbio l’integrazione di tali valutazioni, in questi pazienti, dell’ossido nitrico esalato ed il dosaggio delle citochine che potrebbe chiarificare ulteriormente gli aspetti infiammatori della parete bronchiale in questi pazienti.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento