Galileo, Francesca (2010) Progettazione partecipativa per l'innovazione continua di un sistema posturale. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img] PDF
Galileo_Francesca_23.pdf
Visibile a [TBR] Amministratori dell'archivio

Download (3MB)
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Progettazione partecipativa per l'innovazione continua di un sistema posturale
Autori:
AutoreEmail
Galileo, Francescafrancesca.galileo@gmail.com
Data: 30 Dicembre 2010
Numero di pagine: 93
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Ingegneria aerospaziale
Scuola di dottorato: Ingegneria industriale
Dottorato: Ingegneria aerospaziale, navale e della qualità
Ciclo di dottorato: 23
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Moccia, Antonioantonio.moccia@unina.it
Tutor:
nomeemail
Lanzotti, Antonioantonio.lanzotti@unina.it
Data: 30 Dicembre 2010
Numero di pagine: 93
Parole chiave: Concept design, Continua Innovazione di prodotto, Design Partecipativo.
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione > ING-IND/15 - Disegno e metodi dell'ingegneria industriale
Depositato il: 02 Dic 2010 21:53
Ultima modifica: 30 Apr 2014 19:45
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/8194

Abstract

Il presente lavoro di ricerca descrive l’applicazione dell’approccio alla progettazione partecipativa per l’innovazione continua di un ausilio per disabili, in particolare di un sistema posturale per pazienti affetti da Paresi Cerebrale. L’innovazione è ormai obiettivo fondamentale per le aziende di prodotti industriali. Nel presente studio si vuole puntare l’attenzione sull’importanza di un approccio metodologico strutturato alla progettazione per l’innovazione continua, in grado di guidare il team di progettazione in ogni fase di sviluppo prodotto. Nella fattispecie in pieno, accordo alla filosofia User Center Design, viene suggerito l’approccio alla progettazione partecipativa applicata all’innovazione di prodotto, basato sull’integrazione di professionalità diverse e sul coinvolgimento dei potenziali utenti già nelle prime fasi di sviluppo prodotto. Tale metodologia ha il suo punto di forza nella collaborazione con l’utente, che riveste il ruolo di co-designer .L’utente partecipa attivamente ad ogni allo sviluppo progettuale sin dalle prime fasi di identificazione delle esigenze, espresse o latenti, e nella traduzione di queste in caratteristiche di qualità del prodotto, ma soprattutto, nelle fasi di valutazione delle caratteristiche del concept di prodotto, attraverso l’utilizzo di prototipi virtuali e reali. Il confronto con l’utente ed, in particolare, le fasi di verifica permettono la diagnosi precoce di errori progettuali, lasciano emergere nuovi spunti progettuali, cosi da poter intervenire tempestivamente tornando nuovamente alla fase di ideazione. Proprio l’alternarsi di fasi di ideazione e fasi di verifica crea un processo ciclico e iterativo che durerà fino all’ottenimento di un prodotto di qualità. Il presente lavoro di tesi nello specifico applica tale metodologia per l’iinovazione di un sistema posturale per pazienti affetti da Paresi Cerebrale. L’analisi delle problematiche che coinvolgono la progettazione di tale ausilio, è stata affrontata con l’IRCCS Associazione Oasi Maria SS di Troina (EN). La collaborazione con l’IRCCS ha offerto altresì la possibilità di tracciare un quadro delle problematiche che coinvolgono il mondo della disabilità dal punto di vista sociale e culturale. In tale struttura è stato possibile analizzare le problematiche con cui ogni giorno i pazienti, ma anche il personale medico e paramedico si confrontano. A partire da tali informazioni è stato avviato un processo ciclico ed iterativo, che ha visto l’alternarsi di fasi di confronto a fasi progettuali nell’intento di raggiungere un livello di innovazione di prodotto soddisfacente per l’utente .

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento