Feola, Emanuele (2011) Il ruolo della prassi successiva delle parti nell'interpretazione dei trattati. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img]
Anteprima
PDF
feola_Emanuele.pdf

Download (823kB) | Anteprima
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Il ruolo della prassi successiva delle parti nell'interpretazione dei trattati
Autori:
AutoreEmail
Feola, Emanueleem.feola@tiscali.it
Data: 2011
Numero di pagine: 156
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Scienze internazionalistiche e studi sul sistema politico ed istituzionale europeo
Scuola di dottorato: Scienze giuridico-economiche
Dottorato: Ordine internazionale e tutela dei diritti individuali
Ciclo di dottorato: 24
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Iovane, Massimo[non definito]
Tutor:
nomeemail
Iovane, Massimo[non definito]
Data: 2011
Numero di pagine: 156
Parole chiave: Interpretazione
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 12 - Scienze giuridiche > IUS/13 - Diritto internazionale
Depositato il: 14 Dic 2011 10:38
Ultima modifica: 19 Nov 2014 11:27
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/8506
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/8506

Abstract

La tesi tratta del ruolo che la prassi successiva delle parti assume nell'interpretazione dei trattati internazionali. Il tema è stato oggetto di numerosi interventi dottrinali e giurisprudenziali. Tuttavia, allo stato manca una compiuta analisi dei requisiti necessari, affinchè la prassi successiva delle parti possa essere assunta dall'interprete quale mezzo di interpretazione di un trattato e delle sue possibili implicazioni. Lo scopo della tesi, pertanto, è quello di indagare tali aspetti per dimostrare che la corretta applicazione del criterio ermeneutico in esame consente di legittimare l'interpretazione evolutiva di un trattato internazionale senza pregiudicare il valore della certezza del diritto.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento