Modulazione da parte dei nutrienti dell’espressione dei geni del metabolismo ossidativo nel muscolo scheletrico di soggetti sani e di pazienti con Diabete Mellito tipo 2

Turco, Anna Amelia (2011) Modulazione da parte dei nutrienti dell’espressione dei geni del metabolismo ossidativo nel muscolo scheletrico di soggetti sani e di pazienti con Diabete Mellito tipo 2. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
1211Kb

Abstract

Studi recenti hanno evidenziato in soggetti insulinoresistenti la presenza di alterazioni a livello dei mitocondri, quali una riduzione del loro numero e delle loro dimensioni, nonché una riduzione dell’attività degli enzimi ossidativi. Pertanto, è stato ipotizzato che la disfunzione mitocondriale costituisca un difetto primario, geneticamente determinato che, attraverso l’eccessivo accumulo di trigliceridi, conduce all’insulinoresistenza. Tuttavia, vi sono evidenze in letteratura che l’attività mitocondriale può essere influenzata anche da fattori ambientali e, in particolare, da fattori nutrizionali. Data la stretta relazione esistente tra la funzione mitocondriale e la sensibilità insulinica, è possibile che i grassi alimentari influenzino la sensibilità insulinica attraverso la loro capacità di modulare i processi ossidativi mitocondriali. In questo contesto di conoscenze si inquadra la mia ricerca che avuto l'obiettivo di valutare l'impatto di differenti interventi nutrizionali sull'espressione dei geni ossidativi nel muscolo scheletrico nell'uomo. Il primo studio in acuto su volontari sani ha valutato l'effetto di pasti con diversa composizione in lipidi (grassi saturi, grassi monoinsaturi e pasto mediterraneo) sul profilo trascrizionale; il secondo studio a medio termine è stato condotto in pazienti con diabete mellito tipo 2 per valutare e confrontare gli effetti di diversi interventi nutrizionali (dieta relativamente ricca in carboidrati e fibre e a basso indice glicemico (Dieta Mediterranea) e di una ricca in acidi grassi monoinsaturi (Dieta ricca in MUFA/ povera in CHO) da sole ed in associazione con un programma di attività fisica sull'espressione genica. Il primo studio mi ha permesso di dimostrare che la dieta grassa ha un differente impatto sul profilo di transcrizione genica poiché i grassi saturi, ma non i monoinsaturi, downregulano l’espressione dei geni coinvolti nel trasporto del glucosio e nell’ossidazione. Per quanto riguarda o studio nei pazienti diabetici dall’analisi emerge che i geni ossidativi, in particolare COX2, risentono della modulazione da parte dei nutrienti in misura maggiore rispetto ai geni della biogenesi, analogamente a quanto osservato nello studio in acuto. L’aumento della casistica consentirà di definire quale tipo di intervento nutrizionale è in grado di modulare favorevolmente l’espressione dei geni ossidativi e il contributo dell’attività fisica nel potenziare l’effetto dei nutrienti

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:interventi nutrizionali, espressione genica
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 06 Scienze mediche > MED/09 MEDICINA INTERNA
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Marone, Gianni
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Rivellese, Angela Albarosa
Stato del full text:Accessibile
Data:30 Novembre 2011
Numero di pagine:87
Istituzione:Università di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Medicina clinica e sperimentale
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:Medicina clinica e sperimentale
Denominazione del dottorato:Fisiopatologia clinica e medicina sperimentale
Ciclo di dottorato:24
Numero di sistema:8886
Depositato il:07 Dicembre 2011 10:34
Ultima modifica:11 Maggio 2012 11:07

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record