Russo, Enrico (2011) Calcestruzzi ad altissime prestazioni: proprietà e comportamento meccanico. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img]
Anteprima
PDF
russo.pdf

Download (3MB) | Anteprima
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Calcestruzzi ad altissime prestazioni: proprietà e comportamento meccanico.
Autori:
AutoreEmail
Russo, Enricoenricorusso@gmail.com
Data: 30 Novembre 2011
Numero di pagine: 205
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Ingegneria strutturale
Scuola di dottorato: Ingegneria civile
Dottorato: Ingegneria delle costruzioni
Ciclo di dottorato: 24
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Rosati, Luciano[non definito]
Tutor:
nomeemail
Marotti, Francescomarotti@unina.it
Data: 30 Novembre 2011
Numero di pagine: 205
Parole chiave: calcestruzzi, altissime prestazioni
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/08 - Scienza delle costruzioni
Depositato il: 15 Dic 2011 15:42
Ultima modifica: 30 Apr 2014 19:49
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/8938
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/8938

Abstract

La nascita dei calcestruzzi ad elevatissime prestazioni è molto recente e il loro primo impiego è da datarsi alla fine degli anni ’90 del secolo scorso. L’ultima decade ha visto lo sviluppo di tale materiale e la crescita del suo impiego in ambito ingegneristico ed architettonico. Tale materiale nasce per ovviare alle problematiche connesse all’impiego dei calcestruzzi ordinari soprattutto in termini di scarsa duttilità e di pessima durabilità. In tale ottica, il calcestruzzi ad elevatissime prestazioni (o Ultra-High Performance Concrete) si caratterizzano come un materiale a base cementizia fibro-rinforzato che presenta non solo un’accresciuta risposta meccanica a compressione (con resistenze sistematicamente superiori ai 150 MPa) ma anche una buona resistenza a trazione (dell’ordine dei 15 MPa) e soprattutto una notevole duttilità, attingendo a deformazioni ultime prossime a 0.4%. Inoltre il materiale, causa la sua migliorata composizione, presenta una microstruttura alquanto migliorata, priva di imperfezioni e impurità, in grado di consentire una durabilità mai riscontrata prima sui materiali cementizi ordinari, in grado di ridurre drasticamente i costi di manutenzione delle strutture e mitigando gli impatti ambientali propri del normale ciclo vitale di un manufatto in calcestruzzo ordinario (dalla produzione del calcestruzzo, alla manutenzione, alla dismissione). Il presente studio punta a definire lo stato dell’arte in merito alla tecnologia che sottende la nascita e lo sviluppo del materiale, indagando la sua composizione e le principali caratteristiche dei componenti, definendo anche le proprietà fisico-chimiche ad esse collegate (creep, ritiro, resistenza al fuoco, ecc.). Vengono indagate anche le proprietà meccaniche ed il comportamento a compressione e a trazione, illustrando le metodologie più recenti per la sua caratterizzazione e pervenendo alla definizione del legame costitutivo. Successivamente si analizzano le implicazioni che tali caratteristiche causano dal punto di vista strutturale, studiando analiticamente e numericamente il comportamento di un elemento monodimensionale sottoposto a flessione. L’indagine svolta chiarirà le potenzialità che risiedono nell’uso del materiale per realizzare strutture leggere, resistente e durevoli.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento